Giorgi coglie l’11° tricolore  «Solo una tappa verso il Mondiale»
Eleonora Giorgi, 29 anni, a braccia alzate: un gesto che ormai da tempo le appartiene

Giorgi coglie l’11° tricolore

«Solo una tappa verso il Mondiale»

La cabiatese in doppia cifra per titoli conquistati (5 quelli Assoluti) ai campionati italiani.

Eleonora Giorgi, vincendo ieri la 10 km di marcia a Bressanone, ha conquistato l’undicesimo titolo italiano, il quinto tra le Assolute.

La cabiatese (29 anni) ha uno score che solo pochissimi atleti, nazionali e non, possono vantare e che rende giustizia della grandezza della marciatrice, tesserata con le Fiamme Azzurre.

Adesso è arrivato quello di Bressanone, che ha un sapore diverso dagli altri. Prima di tutto a livello emotivo.  «È un bel riconoscimento vincere la gara in memoria di Anna Rita Sidoti»,  spiega la cabiatese che aveva un legame intenso con la marciatrice siciliana, prematuramente scomparsa nel 2015.

E in secondo luogo per la distanza, per lei inusuale. Giorgi, infatti, da inizio anno si è concentrata sulla 50 chilometri e tutta la preparazione ruota attorno alla resistenza. Nella settimana prima dei tricolori, ha confessato di aver raggiunto il record personale di chilometri macinati in allenamento, arrivando a 200.

Il titolo è una grande iniezione di fiducia per la cabiatese, che in testa ha solo l’appuntamento mondiale di Doha. «Non mi interessava il cronometro, volevo il tricolore, anche perché la gara era un po’ anomala - racconta -. Un percorso lento ma affascinante, sui sampietrini del centro di Bressanone, con dieci giri e tante curve. Per me era una tappa sul percorso che porta a Doha».


© RIPRODUZIONE RISERVATA