Basket, che sorpresa alla festa di Trinchieri
Andrea Trinchieri

Basket, che sorpresa
alla festa di Trinchieri

Il manager Bernardi convoca i giornalisti italiani per celebrare lo scudetto in Germania dell’ex Cantù e ci porta pure Sacchetti, neo campione italiano

Era programmato come il primo incontro “italiano” con la stampa per Andrea Trinchieri, campione di Germania col Brose Bamberg, ma l’esito della finale scudetto italiana ha permesso all’agenzia Sportlab guidata dall’ex coach canturino Virginio Bernardi di sfoggiare l’accoppiata degli allenatori vincitori in Italia ed in Germania, con la presenza a sorpresa anche di Romeo Sacchetti – lui pure rappresentato dalla Sportlab - campione d’Italia da nemmeno 24 ore.

Ma prima dei meritati complimenti a Sacchetti c’era stata una breve conferenza stampa di Bernardi e Trinchieri. Il primo aveva evidenziato «l’orgoglio mio e dei miei collaboratori per il successo di Andrea che, dopo Messina, Scariolo e Boniciolli, ha riconfermato all’estero la qualità degli allenatori italiani, vincendo il titolo in una lega emergente».

Ovviamente più completo il metro di confronto di Trinchieri che pure ha riaffermato che «pur avendo più passaporti cestisticamente sono italiano, e devo ringraziare Toni Cappellari il quale quasi 20 anni fa mi diede l’opportunità di allenare all’Olimpia».

Chiudendo con brevi aggiornamenti di mercato: «Resto a Bamberg al 125 %, ma perderemo quasi sicuramente Mbakwe (destinazione Maccabi Tel Aviv, nda). Melli? Ci interessa ma non è per nulla facile arrivarci».


© RIPRODUZIONE RISERVATA