Briantea, festa con ospite
C’è il Ministro Stefani

«Sono contenta di essere qui con grandi atleti - ha spiegato -. Quando si vince non lo si fa per fortuna, ma perché ci si è allenati e preparati»

Briantea, festa con ospite C’è il Ministro Stefani
Il ministro Stefani con la squadra

Incontro prestigioso per l’UnipolSai Briantea84, che nella mattinata di ieri ha avuto in visita sul parquet del PalaMeda il ministro per la disabilità Erika Stefani. Presenti anche Elena Colombo, vice presidente della Briantea84 e responsabile dei settori pallacanestro dir-atletica, Giorgio Pagani (settore calcio), Alessandro Pezzani (settore nuoto) e Carlo Orsi (settore basket in carrozzina giovanile), insieme agli studenti della prima classe BF (indirizzo sartoria-tappezzeria) e della prima E (tecnico dei servizi di animazione turistico sportivo e tempo libero) del Cfp Terragni di Meda.

«Sono contenta di essere qui con grandi atleti - ha spiegato la ministra Stefani -. Quando si vince non lo si fa per fortuna, ma perché ci si è allenati e preparati. Lo sport credo che sia un modo eccezionale per crescere e stare nella società, misurandosi con se stessi e imparando le regole. Purtroppo ci sono professori che pensano che lo sport possa sottrarre tempo allo studio, ma io ho raggiunto i miei obiettivi facendo comunque dello sport. Non tutti siamo campioni, ce ne sono pochi. Ci sono talenti, predisposizioni e allenamenti. Quando ne incontriamo uno, per noi deve essere un testimonial, delle spinte per poter guardare in avanti. Quando Alberto Tomba trionfava nello sci, ad esempio, tutti volevamo sciare. Mi rivolgo agli studenti del Cfp: credete nella vostra scuola, ascoltate questi campioni per come hanno creato il loro percorso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}