Cantù è andata in ritiro
Pochi tifosi e tanti sorrisi

Pacche sulle spalle alla partenza della squadra per Chiavenna

Cantù è andata in ritiro Pochi tifosi e tanti sorrisi
Parte del gruppo dell’Acqua San Bernardo in partenza per Chiavenna

Pochi tifosi, tanti sorrisi, pacche sulle spalle. È partito un po’ in sordina - ma del resto non erano annunciati fanfare e squilli di tromba - il ritiro della Pallacanestro Cantù.

La squadra si è ritrovata alle 15 alla sede di Cermenate, prima della partenza per il ritiro di Chiavenna, sede ormai consueta della preparazione precampionato. I giocatori sono arrivati alla spicciolata, foto di gruppo prima della partenza per Chiavenna, dove il pullman è arrivato un paio d’ore dopo. La squadra starà una settimana in Valchiavenna e tornerà sabato dopo pranzo.

Solo da mercoledì mattina, però, coach Cesare Pancotto potrà contare su tutti gli elementi del roster. Oggi infatti sono saliti sul pullman tutti gli italiani (Pecchia, Procida, La Torre, Baparapè, Bayehe e i quattro aggregati del Pgc, ossia Boev, Lanzi, Ebuka e Caglio, oltre a Smith e Leunen), mentre gli altri americani arriveranno tra domani e martedì: in serata saranno a Chiavenna Thomas, Kennedy e Woodard dopo aver sbrigato le ultime pratiche burocratiche in Prefettura a Como, mentre martedì sera, ultimata la quarantena, sarà la volta di Johnson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}