Carr e Cantù: «Inarrestabili
quando giochiamo di squadra»

L’americano dell’Acqua San Bernardo: «Siamo contenti della vittoria nel derby e continueremo sicuramente su questa via»

Carr e Cantù: «Inarrestabili quando giochiamo di squadra»
Tony Carr nel derby contro Varese
(Foto di Butti)

Cuore e famiglia, elementi importanti per un giocatore che aiutano a essere sereno e felice. Anche per Tony Carr, americano dell’Acqua San Bernardo Cantù, si tratta di un fattore importante. Dopo un ottimo inizio, l’ex Torino si è trovato un po’ in difficoltà. Nuova squadra, nuovi schemi, diciamo che tutto è nella norma.

Con Varese invece è tornato a fare una bella prestazione: «Sono entrato più nei giochi e poi qui con me c’è tutta la mia famiglia - dice - . È molto importante per me, mi aiuta davvero tanto essere con loro, averli qui vicino, gioco meglio anche per quello».

Insomma, una situazione di relativa calma e spensieratezza per tutti, che per come eravamo abituati solo fino a qualche mese fa sembra davvero un miracolo: «Siamo un bel gruppo unito, che ama stare insieme, lavorare duro ma anche divertirsi - conclude l’ex Fiat -. Quando giochiamo di squadra siamo davvero inarrestabili e ci tenevamo particolarmente a vincere la gara di sabato anche per i nostri tifosi. Sappiamo benissimo che il derby è una gara più importante delle altre. Ce lo hanno spiegato i nostri compagni, il coach e i tifosi incontrati per strada. Siamo contenti della vittoria e continueremo sicuramente su questa via».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}