Carrea: «Noi più solidi di Cantù       È stata la gara che mi aspettavo»
Michele Carrea, tecnico di Treviglio (Foto by Butti)

Carrea: «Noi più solidi di Cantù
È stata la gara che mi aspettavo»

Il coach di Treviglio ieri ha superato in casa l’ex capolista

Coach Michele Carrea si gode la sofferta vittoria contro la capolista Cantù, arrivata grazie ad uno spettacolare Rodriguez che ha ribaltato le sorti del match nell’ultimo quarto.

Nella conferenza il capo allenatore di Treviglio ha analizzato così la gara: «È stata una partita bella da un punto di vista agonistico. Non è stato invece un match pulito, dal punto di vista tecnico, delle giocate, della consistenza e della solidità. La partita ha vissuto di grandi folate, ma è inevitabile vista la stagione condizionata dai tanti stop and go. Inoltre loro hanno dovuto far fronte alla problematica di Johnson, mentre noi a quella relativa all’esclusione di Potts. D’altro canto abbiamo fatto esordire Sollazzo, ma siamo consapevoli che dobbiamo metterlo a proprio agio con situazioni più funzionali al suo modo di giocare che è diverso rispetto a quello di Potts».

Carrea aveva ipotizzato che la partita si sarebbe svolta in questo modo: «Da parte mia non avrei mai potuto aspettarmi una partita pulita tecnicamente per 40’ viste le tre settimane di astinenza. Abbiamo fatto le giocate giuste al momento giusto, inoltre l’apporto di Rodriguez nel finale è stato notevole. Tra gli up e i down forse siamo stati più solidi di loro per arrivare a +7 nel finale».

Infine lascia una chiosa sulla mancata partecipazione alla fase finale della coppa Italia, oltre che ad un bilancio sul girone d’andata: «Non partecipare alle final eight di Coppa Italia è abbastanza strano, lo avremmo meritato. In casa concludiamo il girone d’andata da imbattutati e in trasferta abbiamo comunque ben figurato. Sfrutteremo quella sosta per uscirne più competitivi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA