Palazzetto caldo nel finale       C’erano anche i tifosi di Cantù

Palazzetto caldo nel finale
C’erano anche i tifosi di Cantù

Zack Bryant, ancora ai box per un problema muscolare: il giocatore americano, già assente nelle prime due partite della serie

Sono una cinquantina i tifosi canturini che si sono presentati all’Unieuro Arena per assistere allo spettacolo in quel di Forlì. Si respira aria di tensione, la concentrazione dell’Acqua S.Bernardo, sfida la determinazione biancorossa. Sugli spalti Mattia Palumbo, indisponibile a causa della pubalgia con associata entesite inserzionale degli adduttori.

Oltre a lui, out i lungodegenti Djordje Pazin e Franco Flan. Da casa, invece, ha seguito i compagni Zack Bryant, ancora ai box per un problema muscolare: il giocatore americano, già assente nelle prime due partite della serie, verrà rivalutato nei prossimi giorni.

Il classe ’97 che potrebbe tornare a disposizione di coach Sodini la prossima settimana, è al secondo stop stagionale. Un mese fa infatti si era fermato per una forte influenza che aveva colpito gran parte del gruppo squadra biancoblù. Numerose iniziative della compagine locale, con diversi eventi benefici anche durante l’intervallo. Eventi realizzati pochi istanti dopo aver risolto i problemi con la sirena, che ha tratto in inganno Giachetti.

Dilemma successivamente rientrato nella ripresa. Pubblico tipicamente caldo quello locale, che si scalda in primis dalla metà del terzo quarto, quando la partita torna ad avere una storia. I 2385 spettatori in totale testimoniano quanto, sebbene sia solamente gara 3 dei quarti di finale playoff del tabellone argento, queste due squadre abbiano tanto seguito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA