Rogic più Berdini, la coppia va. «Mi esalta giocare con lui»

La novità del doppio play voluta da coach Sacchetti è una delle armi in più dell’Acqua S. Bernardo Cantù

Rogic più Berdini, la coppia va. «Mi esalta giocare con lui»
Roko Rogic impegnato contro la Novipiù Monferrato
(Foto di Gorini)

Rogic+Berdini, la coppia funziona. Capita spesso di vedere in campo contemporaneamente i due play della S. Bernardo. Anche nella vittoria di Casale contro la Novipiù Monferrato i tifosi biancoblù hanno avuto modo di ammirare, soprattutto nel secondo tempo, l’assetto con i due playmaker.

A livello offensivo la Pallacanestro Cantù ha usufruito di una maggiore capacità di generare vantaggi in contropiede, ma anche di tenere sotto pressione la difesa schierata, trovando spazi e situazioni di tiro favorevoli. Una formula vincente impreziosita da velocità di esecuzione, coinvolgimento e circolazione di palla fluida.

Sui social canturini, il play croato ha spiegato questa situazione tattica: «Mi esalta giocare in coppia con Berdini e sono sicuro che anche lui sia soddisfatto. Con due point guard in campo si creano maggiori opportunità offensive. La squadra ci guadagna con più creatori di gioco in attacco e anche a livello difensivo si vedono dei vantaggi, come dimostra la quarta frazione di Casale».

Sulla sfida vinta, poco da dire: «Loro hanno dimostrato di essere una squadra ostica e sono rimasti in corsa per 30 minuti. Noi però abbiamo alzato il ritmo difensivo nel quarto periodo. Abbiamo preso in mano il match con concentrazione e aggressività, giocando senza sbavature e facendo nostro un break che per loro è stato impossibile recuperare. Questo stesso spirito servirà anche nelle prossime partite. Dobbiamo approcciare le gare in questo modo, solo così potremo raggiungere grandi traguardi in questa stagione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA