Parrillo, derby da leoni

«Per la gente che ci aiuta»

«Questo sostegno è apprezzato da tutta la squadra ed è di grandissimo aiuto per tutti. Dobbiamo sdebitarci…»

Parrillo, derby da leoni «Per la gente che ci aiuta»
Salvatore Parrillo
(Foto di Andrea Butti)

«Non sono pronto, sono prontissimo». Suona la carica Salvatore Parrillo, il vicecapitano della Pallacanestro Cantù. Completata la riabilitazione dopo l’infortunio alla caviglia e riassaporato - anche se per poco - le emozioni del campo nella sfida di Trieste, la sosta di campionato riconsegna alla nuova Acqua San Bernardo Cantù un giocatore carico a mille per il derby contro Milano. Uno dei pochi rimasti dall’ultimo derby vinto, quello dei record a Firenze nei quarti delle Final Eight di Coppa Italia…

La prima domanda è facile facile: come stai?

Sto molto meglio, ormai sono pronto. Con lo staff in queste settimane abbiamo svolto un gran lavoro di riabilitazione prima, e di recupero della condizione poi. Ci tenevo a essere a posto per il derby.

Anche la seconda non è difficile.

Dopo le tempesta societaria, che aria tira ora a Cantù?

La situazione è migliorata, questo è sotto gli occhi di tutti. Noi siamo stati catapultati in questa crisi, ma siamo sempre stati tenuti al corrente delle cose e in pochi giorni il quadro si è schiarito.

Cosa è cambiato?

Tante persone, la città, le imprese sono corse in aiuto. Più di tutto ho apprezzato la nostra gente, i nostri tifosi: in tanti ci sono stati vicini tuttora lo sono. Garantisco che questo sostegno è apprezzato da tutta la squadra ed è di grandissimo aiuto per tutti. Dobbiamo sdebitarci…

In che modo?

Facendo tutto quello che è possibile per provare a vincere questo derby difficilissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}