Pedretti: «Famiglia e riposo in Usa

Cantù è pronta per lo sprint finale»

Le considerazioni del preparatore atletico alla ripresa dopo una settimana di stop.

Pedretti: «Famiglia e riposo in Usa Cantù è pronta per lo sprint finale»
Oscar Pedretti, 31 anni, alla sua seconda stagione da responsabile della preparazione fisica della Pall. Cantù

Domenica sarà di nuovo campionato per Cantù (al PalaBancoDesio alle 17 arriva Avellino) dopo l’esperienza fiorentina delle Final Eight. Nel mezzo si è consumata una settimana senza allenamenti. «In verità, Maspero e Parrillo hanno portato comunque avanti i loro programmi anche se in maniera ridotta proprio perché si è pur sempre trattato di una settimana sostanzialmente di scarico - fa presente Oscar Pedretti, preparatore fisico della Pallacanestro Cantù-. Che avremmo concesso a prescindere dalla partecipazione alle finali di Coppa Italia , approfittando della pausa per le Nazionale. Tutti gli americani sono tornati a casa facendo un doppio volo transoceanico ma almeno così sono riusciti a togliere la spina per almeno una settimana e questo è molto importante oltre che utile perché hanno appunto staccato mentalmente e poi sono riusciti a stare con le loro famiglie. Credo che ora saranno più sereni e tranquilli. Ieri (lunedì, ndr) e oggi (ieri) siamo tornati in palestra per una sorta di ripristino, di riattivazione muscolare. Da domani (oggi, ndr) si andrà invece a pieno ritmo».

Le fatiche di Coppa con diversi giocatori “spremuti” sono però ormai solo un ricordo. «Assolutamente. Sotto questo profilo, non ci sono problemi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}