Se Cantù segna 88 punti
vince (quasi) sempre

Ben 12 i successi a fronte di due sole sconfitte con l’attacco a quella quota.

Se Cantù segna 88 punti vince (quasi) sempre
Randy Culpepper, miglior realizzatore della Red October
(Foto di foto Butti)

Se Cantù segna almeno 88 punti la vittoria è praticamente garantita. Questo almeno dice la storia di questa stagione visto che da quelle altezze in su il bilancio per la Red October è di ben 12 successi e solo 2 sconfitte.

Al contrario, segnando meno di 88 punti, i biancoblù si sono imposti soltanto in un’occasione - contro Avellino alla 20a giornata (83-82) - perdendo invece 10 gare.

Al Madison di piazzale Azzarita i ragazzi di Sodini hanno eguagliato sabato la loro miglior prestazione al tiro da due punti della stagione grazie al 28/42 che vale il 66.7% (Cantù aveva ottenuto la stessa percentuale alla 6a giornata contro Pistoia in trasferta).

Seconda miglior prestazione come percentuale totale al tiro per la Red October che realizza il 54% dei tiri presi da campo: in questo campionato aveva fatto meglio solamente contro Pistoia nel girone di andata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True