UnipolSai, sotto con Giulianova
«Rivisto lo spirito Briantea84»

Il presidente Marson festeggia l’ingresso nella semifinale playoff

UnipolSai, sotto con Giulianova «Rivisto lo spirito Briantea84»
Giulio Maria Papi

Archiviati i quarti di finale playoff contro la Dinamo Lab Sassari per l’UnipolSai Briantea84 è già tempo di pensare alle semifinali.

I canturini torneranno in campo sabato 27 marzo sul parquet della Deco Group Amicacci Giulianova, che ai quarti ha eliminato agevolmente il Montello Bergamo. Il ritorno si giocherà al PalaMeda il 3 aprile. La formula prevede ancora l’andata e il ritorno con il passaggio del turno legato alla differenza punti nei due incontri. L’altra semifinale vedrà invece affrontarsi il Santo Stefano Avis Macerata contro il Millennium Padova, che a sorpresa ha eliminato nei quarti il quotato Gsd Porto Torres.

La serie finale che andrà ad assegnare lo scudetto si giocherà invece al meglio delle tre gare. Queste le date: andata il 10 aprile e ritorno il 17, eventuale “bella” da disputarsi il 24.

Ai biancoblù allenati da Daniele Riva è capitato un accoppiamento insidioso in semifinale, visto che Giulianova è squadra assai temibile. Gli abruzzesi hanno chiuso il girone A della stagione regolare al secondo posto dietro a Macerata e possono contare su un roster di prim’ordine, impreziosito dal lettone Raimund Beginskis, tra i giocatori più continui e prolifici nella serie A di quest’anno.

Il commento del presidente canturino Alfredo Marson: «Abbiamo superato un periodo tosto a causa del focolaio di Covid che ci ha colpito - spiega -. Ci siamo dovuti fermare per molti giorni, ma ogni scelta è stata fatta al fine di preservare la salute di tutti. Siamo contenti di essere tornati in campo. Il gruppo nelle due sfide con Sassari ha dimostrato di possedere il vero spirito di Briantea84».

E il cammino continua. «Il pass per le semifinali è già in tasca e questo ci deve rendere orgogliosi di quello che stiamo facendo - continua -. Guardiamo avanti, sempre focalizzati sui prossimi obiettivi. Non dobbiamo mai smettere di credere in quello che siamo. Ora occhi puntati alla prossima sfida, nel doppio confronto in semifinale contro Giulianova».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}