Vitucci: «Noi una buona gara
Capisco i problemi di Cantù»

L’analisi post partita dell’allenatore dell’Happy Casa Brindisi

Vitucci: «Noi una buona gara Capisco i problemi di Cantù»
Frank Vitucci
(Foto di Butti)

Sesta vittoria consecutiva in campionato per la Happy Brindisi guidata da coach Vitucci, squadra che martedì si giocherà in Turchia anche l’accesso ai playoff della Champions League.

Brindisi ha vinto a Cantù, in pieno tour de force, cominciato lunedì scorso con la partenza da Brindisi e che si concluderà solo mercoledì con il ritorno in Puglia. Ecco l’analisi del coach ospite al termine della partita al PalaBancoDesio: «La considero una buona vittoria di squadra, eravamo chiamati quasi obbligatoriamente a vincere per tanti motivi. Cantù? Ha giocato con grande orgoglio, l’assenza di Gaines ha certamente pesato, così come quella di coach Bucchi, senza nulla togliere al collega che l’ha sostituito. Purtroppo è un momento difficile, la pallacanestro viene in secondo piano con tutto quello che stiamo passando. Spero, per Cantù, che tutto torni presto alla normalità».

Decisivo, o quantomeno preponderante sotto l’aspetto tecnico, il dato relativo agli assist: «Abbiamo dato una bella risposta, 28 assist di squadra con 11 distribuiti dal solo Thompson sono un numero che sta a testimoniare che abbiamo giocato di squadra, passandoci la palla in attacco. Ma siamo stati bravi anche a difendere con ordine nei momenti cruciali del match, strappando la palla nel momento giusto e gestendo gli attacchi con la maturità che sta contraddistinguendo il nostro campionato. Sono contento per i miei giocatori, andiamo avanti così».

Brindisi torna alla base logistica del suo tour, vicino a Malpensa: lunedì ripartirà alla volta della Turchia, per affrontare martedì sera il Pinar Karsyiaka,

© RIPRODUZIONE RISERVATA