Bassi c’è: campione italiano Sono tanti i comaschi al top
Cristian Bassi, nuovo campione italiano

Bassi c’è: campione italiano
Sono tanti i comaschi al top

L’ultima tappa del Tricolore di trial ha confermato la bontà della nostra scuola

Una giornata di sole ha accolto i piloti del campionato italiano trial con l’ultima sfida a Pietramurata in provincia di Trento.

Una giornata che sorride al giovane pilota comasco Cristian Bassi su Beta che si regala un titolo tricolore nella categoria TR3/125, riprendendosi così quello che lo scorso anno gli era sfuggito per un soffio nell’ultima prova a Genova.

Un Bassi che quest’anno si tolto delle belle soddisfazioni, a cominciare dal 10° posto nel Mondiale a Lazzate, nella categoria giovani. In questo campionato italiano della ottavo di litro il pilota di Liro del Dosso in sei gare tricolori ne ha vinte la metà e si è piazzato altrettante volte sul gradino d’onore del podio, quindi un supremazia schiacciante per il giovane alfiere del moto club Lazzate.

E così dal podio Cristian Bassi dedica gara e titolo a papà Robertino per il suo compleanno (proprio ieri), un bel regalo non c’è dubbio.

Ma anche per Luca Poncia, pure lui sulla Beta e pure lui dell’Alto lago, di Garzeno, arriva una vittoria di tappa nella categoria TR3.

La vittoria a Pietramurata ha un però sapore amaro perché nonostante il filotto di tre vittorie consecutive la squalifica di Piazzatorre non gli consente di vincere il titolo che sarebbe stato suo meritatamente. Così per Poncia c’è comunque la medaglia d’argento.

Anche nella TR1 la categoria dei big il comasco Lorenzo Gandola vince la sua battaglia personale, conquistando il quarto posto nel tricolore. Per il trialista di Bellagio era sfida aperta contro Andrea Riva (Trrs) per la conquista del pettorale numero 4 e pur essendo finiti entrambi con 74 punti in campionato i tre terzi posti stagionali gli regalano la medaglia di legno.

Nonostante tutto però c’è qualcuno che se ne torna dal Trentino con l’amaro in bocca: è il pilota di Faloppio Manuel Copetti (Trrs) a cui non basta il terzo posto di Pitramurata per conquistare la medaglia di bronzo nel campionato anche perché i suoi diretti concorrenti Spreafico e Corvi lo precedono al traguardo escludendolo così dal podio.

Ma Copetti è piaciuto in una stagione dove la fortuna non gli è certo stata amica, specialmente quando era il momento di forzare il ritmo.

Ci consoliamo comunque con la categoria dei giovani, ossia il Minitrial dove in provincia di Como arriva un bel terzo posto tricolore grazie a Edio Poncia (Beta): a Pietramurata il giovanissimo dell’Alto lago non ha offerto certo la sua miglior prestazione, ma il suo intento e quello di papà Dino era di chiudere il campionato sul podio e c’è riuscito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA