Bellato, una prova di forza. Fuga e vittoria a Orsenigo

Il portacolori del Gs Alzate ha primeggiato nella categoria Esordienti del 2° anno

Bellato, una prova di forza. Fuga e vittoria a Orsenigo
L’arrivo a braccia alzate di Achille Bellato
(Foto di Cusa)

In cima al podio c’è il corridore col fisico più minuto. Sorride a stento, tradendo un po’ di doverosa emozione per il successo colto proprio a due passi da casa.

Lo sguardo fa quasi commuovere, specie quando le due miss lo abbracciano per l’immancabile bacio a immortalare la vittoria di giornata e lui, forse, di tutta l’attenzione in quel momento addosso ne avrebbe fatto probabilmente anche a meno.

Achille Bellato, del Gs Alzate Brianza, in fuga c’è andato praticamente fin da subito. Non ha avuto paura dello sterrato delle campagne tra Albese con Cassano e Albavilla, non ha avuto alcun timore delle salitelle sparse qua e là lungo il percorso che per la sua categoria, gli Esordienti, tutto sono fuorché agevoli da affrontare.

Nell’ottava edizione del Trofeo Eldor, Bellato ha scavato un vero e proprio fossato tra sé e gli immediati inseguitori.

L’ha fatto pedalando a oltre 36 all’ora, vincendo in solitaria la prima corsa della mattinata del pedale comasco con ben 27” di vantaggio sul secondo all’arrivo, Martino Cescato dell’Uc Costamasnaga.

Bellato vincitore assoluto e tra i 2° anno; tra i 1° anno a vincere è stato Cesare Castellani della Cicli Fiorin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}