Busato con il morale a pezzi  «Mi viene da piangere»
Sofia Busato (a destra)

Busato con il morale a pezzi

«Mi viene da piangere»

De Vecchis contento anche senza finale europea: «Esperienze del genere ti danno una spinta».

Si sforza di sorridere e di scherzare Sofia Busato, costretta a restare a Cluj, in Romania, sino alla conclusione del campionato europeo di artistica, al quale non ha potuto partecipare per l’infortunio e la rottura del legamento crociato di un ginocchio.

«Il morale? Se ci penso mi viene da piangere - ammette la sedicenne ginnasta uscita dalla Polisportiva Fino Mornasco -. Ma so che non è la fine. Ritorno in Italia lunedì e mi opereranno fra una ventina di giorni».

Lunedì tornerà anche Tommaso De Vecchis. Il venticinquenne di Cermenate non è riuscito a entrare nelle finali dei tre attrezzi che ha portato in pedana. «Peccato: c’è mancato poco per fare l’esercizio in maniera perfetta. Era difficile entrare in finale ma si poteva sognare».

De Vecchis archivia l’europeo in maniera positiva. «Sono molto contento perché esperienze del genere ti danno una spinta fortissima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA