La rabbia dei tifosi, Colella sotto accusa

La sconfitta contro l’Alto Adige ha sancito il fallimento della preparazione azzurra per i play off

La rabbia dei tifosi, Colella sotto accusa
Ardito e Ambrosini, il pianto dei capitani azzurri a Bolzano
(Foto di FOTO CUSA)

L’imputato principale, se non addirittura l’unico per buona parte della tifoseria, di questi play off cominciati e finiti subito, ha un nome e un cognome precisi. Giovanni Colella. La sconfitta di Bolzano ha aperto un fronte di protesta molto deciso: applausi alla squadra, contestazione al tecnico.

E gli sfoghi, i malumori che covano nemmeno tanto nascosti da ormai un paio di mesetti a questa parte da domenica sono diventati il primo argomento di discussione.

Il termine strategia forse mister Colella non l’ha mai usato. Ma da settimane si era creata una situazione particolare, accompagnata anche da un bel po’ di scetticisimo, intorno alle scelte del tecnico per le ultime partite prima dei play off. Tutto poi in realtà partiva dalle reiterate dichiarazioni da parte del mister, e suffragate peraltro dalla società, di non essere interessato a puntare il più in alto possibile, a giocare in casa il primo scontro diretto. E un errore certamente è stato quello di affrontare partite di poca importanza e di non particolare difficoltà dandosi anche un po’ troppi alibi sui presunti valori altrui.

Colella ha ammesso la necessità di riflettere, anche sui suoi possibili sbagli. Lui si è dato un sei e mezzo. In questi giorni si vedrà con la società e insieme programmeranno il futuro. Che lo vede su questa panchina per un altro anno. Ma quanto peserà questa sconfitta?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True