La serie B sbarca in Asia
E a portarla è il Como

Accordo storico: ad acquistare i diritti tv per l’lndonesia il network che fa capo alla famiglia Hartono

La serie B sbarca in Asia E a portarla è il Como
Telecamere puntate sul Como
(Foto di Cusa)

Il Como porta la serie B fino in Indonesia, ampliando fino al mercato asiatico l’interesse per la categoria. È stato annunciato ieri un accordo per certi versi storico, che per la prima volta porterà così lontano, a un pubblico di appassionati vastissimo, le immagini del campionato italiano di serie B.

Protagonista di questo accordo è Mola tv, la pay tv indonesiana che fa capo alla famiglia Hartono, proprietaria del Como. Mola tv è un network in fortissima crescita, con numeri elevatissimi specie se paragonati agli standard europei. Ed è uno dei punti di forza della holding a cui fa capo anche il club comasco, che sarà centrale in questo progetto. L’accordo - firmato con Helbiz Media, distributore esclusivo dei diritti del campionato di serie B all’estero – è triennale, fino al 2024, per la trasmissione delle partite in full hd e per gli highlights. Mola trasmetterà in diretta quattro gare di serie B a settimana, comprese ovviamente le partite del Como. Più una serie di contenuti sul campionato, avendo a disposizione tutte le immagini.

Al di là di quello che tutto ciò rappresenta a livello di immagine, e di entrate economiche, per tutta la serie B, questo è un passo che per il Como vale tanto, anche in termini di ulteriore rassicurazione su quello che la proprietà intende fare, anche nel futuro. E sulla solidità di chi ne tiene in mano le sorti.

«Siamo emozionati all’idea di B in Indonesia attraverso Mola - ha commentato Mirwan Suwarso, la prima figura comparsa sulla scena comasca sin dall’inizio della trattativa con gli indonesiani, uomo di fiducia della proprietà -, è un’operazione che non solo ci permette di condividere il nostro entusiasmo con gli appassionati di calcio del nostro Paese, e di seguire il nostro club, il Como, ma anche siamo felici perchè gli abbonati saranno in grado di seguire le partite di un campionato formato da squadre celebri come Parma, Brescia, Perugia, che hanno fatto la storia del calcio italiano».

Un’operazione di immagine che fa felici anche i vertici della categoria, e che può portare benefici commerciali a tutto il sistema.

«Dopo gli accordi in Europa e in America Latina, trasmetteremo la B in un altro continente come quello asiatico, in un paese strategico come l’Indonesia – ha commentato il presidente della Lega B Mauro Balata -, mai come quest’anno la nostra capacità di espansione internazionale sta raggiungendo un livello così alto, che ci permette di guardare a questo campionato con grande entusiasmo».

E il fatto che al centro ci sia il Como, e i suoi proprietari, è davvero un ottimo segnale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}