Campionati italiani Ju indoor
Ferrarini due volte sorpresa

Ripescata all’ultimo momento, coglie il miglior risultato comasco. Top ten (9° posto) nei 400 piani ritoccando anche il proprio personale

Campionati italiani Ju indoor Ferrarini due volte sorpresa
Atletica indoor, ad Ancona i Tricolori; in azione Claudia Ferrarini

Nessuna medaglia per i comaschi in gara ad Ancona nella seconda giornata dei campionati italiani indoor Under 20 ed Under 23. La spedizione provinciale mette quindi a referto solo l’argento di sabato di Vittoria Di Dato nei 3.000 metri di marcia, per la categoria Juniores. Un solo piazzamento nella top ten nella seconda giornata, grazie a Claudia Ferrarini. La portacolori dell’Ag Comense è stata ripescata all’ultimo minuto (a causa di alcuni forfait delle qualificate sulla base della graduatoria nazionale) nei 400 piani tra le Under 20. La giovane nerostellata, alla prima gara tricolore e alla terza in assoluto tra le Juniores, si è ben comportata chiudendo con il tempo di 59”06 che le ha consegnato il 9° posto, a tre posizioni dall’accesso nella finale per il titolo.

L’esponente della società del presidente Patrizia Bollinetti si è anche presa la soddisfazione di ritoccare, di ben 41 centesimi, il primato personale, stabilito il 23 gennaio scorso a Padova. Niente male per un’atleta che ha dovuto precipitarsi ad Ancona, quasi in extremis. Restiamo tra gli Juniores e passiamo ai 60 ostacoli al maschile. Qui l’arosiano Davide Colombo ha sfiorato la top dieci. Il portacolori dell’Atletica Lecco ha corso in 8”33, undicesimo tempo nella classifica generale. Il comasco non è entrato nell’atto finale. Sempre i 60 ostacoli, sempre nella categoria Under 20 ma nella sezione femminile. In gara Emma Pastorelli.

L’albavillese (è una speciale delle prove multiple) ha corso in 9”47. Un crono che ha consegnato alla portacolori dell’Atletica Lecco il 20° posto. Nelle Promesse le attenzioni comasche erano indirizzate su Ruskin Molinari. L’ex Atletica Rovellasca (attualmente alla Riccardi Milano) ha partecipato ai 60 piani. Una gara decisamente equilibrata tanto che il comasco con il buon crono di 6”96 non ha staccato il biglietto per la finale. Molinari è rimasto fuori dall’atto decisivo per 6 centesimi. Per la cronaca il suo tempo è stato il 17°.

© RIPRODUZIONE RISERVATA