Cantù e final eight, non sarà facile Adesso ci si aggrappa alla Bakery
Stefan Nikolic, uno dei migliori mercoledì a Piacenza (Foto by Butti)

Cantù e final eight, non sarà facile
Adesso ci si aggrappa alla Bakery

Bisognerà vincere, puntare al primo posto e sperare che Treviglio perda almeno di 11 punti

Qualificazione alle Final Eight di Supercoppa di A2, per Cantù diventa fondamentale il risultato di Treviglio. Le chance di passaggio del turno per Cantù appaiono basse, ma non è detta l’ultima parola.

Domani, in contemporanea alle 18.30, si disputano Cantù-Ucc Piacenza e Treviglio-Bakery Piacenza. Si tratta dell’ultimo e decisivo turno della fase eliminatoria che, domani sera – ultima sfida in programma alle 20 tra Trapani e Orlandina nel girone azzurro –, determinerà le otto squadre qualificate alle Final Eight di Lignano Sabbiadoro.

Le prime sette e la miglior seconda

Si qualificano le prime classificate di ognuno dei sette gironi, più la miglior seconda. Il regolamento, su cui c’è stato anche qualche fraintendimento anche tra gli stessi addetti ai lavori, non è stato capito a fondo, specialmente nella determinazione della “miglior seconda”.

Che non sarà – in generale – quella con la miglior differenza canestri tra tutte le seconde, ma quella che vanterà un miglior quoziente canestri nei confronti della prima classificata.

Motivo per cui Cantù, in caso di vittoria sua e di Treviglio, chiuderebbe seconda alle spalle dei bergamaschi, ma con uno dei peggiori quozienti (-18) della competizione.

E come può allora pensare di passare il turno Cantù? Qualificandosi come prima. La prima condizione che si deve verificare è che Cantù batta l’Ucc Piacenza, con qualsiasi scarto, e che la Bakery batta Treviglio, per far sì che si arrivi a una classifica con tre squadre (Cantù, Treviglio e Bakery) a 4 punti. Ma non sarebbe ancora sufficiente.

Perché Cantù riesca a qualificarsi come prima, è necessario che la Bakery batta Treviglio fuori casa con uno scarto di almeno 11 punti (ma non superiore a 35). Questo perché il regolamento considera, in caso di arrivo di tre squadre al primo posto a pari punti, come prioritario il miglior quoziente canestri.

Calcolatrice alla mano

Perché proprio uno scarto di +11? Perché Cantù ha un +8 nel doppio confronto contro Treviglio e Bakery (-18 contro i bergamaschi e +26 contro gli emiliani), mentre Treviglio per ora ha “solo” il +18 proprio contro Cantù.

Per far sì che Cantù finisca davanti a Treviglio, il saldo di quest’ultima dovrebbe essere inferiore a +8, e quindi servirebbe che si verifichi una sconfitta con almeno 11 punti di scarto (che porterebbe la stessa Treviglio da +18 a +7). Solo in questo caso la classifica avulsa premierebbe Cantù. E, con ogni probabilità, anche la stessa Treviglio che avrebbe grandi possibilità, sempre in virtù del +18 inflitto a Cantù, di passare come miglior seconda.

Resta il fatto che, al di là della qualificazione, forse è ancora più importante per Cantù confermare l’ottima prova di mercoledì a Piacenza e mettere altra benzina nelle gambe in vista del campionato.

Il raggiungimento delle Final Eight sarebbe invece una ciliegina sulla torta insperata. E a Lignano, dopo il rodaggio, Cantù avrebbe davvero la possibilità di alzare il primo trofeo dell’anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA