Cantù, è il giorno  dello sbarco degli americani
Jaime Smith ha fatto ieri ritorno a Cantù per riprendere un discorso interrotto un paio di stagioni fa

Cantù, è il giorno

dello sbarco degli americani

Ieri l’arrivo di Smith, oggi sarà la volta di altri quattro stranieri che andranno direttamente in quarantena.

I giocatori italiani della Pallacanestro Cantù versione 2020-21 hanno già raggiunto la città brianzola, in vista dell’inizio informale della preparazione previsto per lunedì, e alcuni di loro si sono già sottoposti al test sierologico nonché al primo dei due tamponi obbligatori (il secondo va fatto a distanza di 48 ore). Se il riscontro in entrambi i casi sarà negativo, gli atleti potranno iniziare regolarmente ad allenarsi. Diversamente, in caso di positività di qualcuno, quel qualcuno andrà in quarantena, mentre i compagni potranno comunque sostenere le sedute.

Dal tardo pomeriggio odierno , invece, è previsto lo sbarco alla Malpensa di quattro dei sei giocatori americani (l’unico che tarderà l’arrivo è ovviamente Jazz Johnson, poiché firmato solo in questi giorni). Ad anticipare tutti è stato Jaime Smith, presentatosi ieri all’ora di pranzo, anzitempo.

Woodard, Kennedy e Thomas sono attesi con voli diversi (l’ultimo ad atterrare dovrebbe essere Leunen) e dall’aeroporto ciascuno di loro sarà poi condotto direttamente nella propria nuova dimora canturina poiché è obbligatorio che osservino la quarantena fiduciaria della durata di due settimane. Per tutto il periodo non potranno uscire di casa e così la spesa e i pasti saranno consegnati direttamente a domicilio.

L’articolo integrale sulla Provincia di sabato


© RIPRODUZIONE RISERVATA