Cantù, ecco un altro italiano Ingaggiato il centro Simioni
Il coach Cesare Pancotto e il general manager Daniele Della Fiori (Foto by foto Butti)

Cantù, ecco un altro italiano
Ingaggiato il centro Simioni

Il centro di 2.06, classe 1998, ha chiuso l’ultima stagione a Imola in A2 con 10.7 punti e 4 rimbalzi di media.

L’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù ha ingaggiato Alessandro Simioni, centro di 206 centimetri. Nato il 10 marzo 1998 ad Abano Terme, in provincia di Padova, Simioni è un lungo reduce da un biennio positivo in quel di Imola, dove ha disputato nelle ultime due stagioni il campionato di Serie A2 con la maglia dell’Andrea Costa Imola.

Uscito dalle giovanili della Reyer Venezia, società con cui il centro padovano ha fatto il suo esordio nella massima serie, Simioni si affaccia al mondo dei professionisti nella stagione 2015-2016, annata durante la quale viene portato - da giovanissimo - per nove volte in panchina con la Prima Squadra orogranata, “assaggiando” il campo in due occasioni.

Nell’estate del 2016 il passaggio, in prestito, da Venezia a Trieste. Con la formazione alabardata, il pivot 21enne giunge sino alla finale playoff per la promozione in LBA, arrendendosi soltanto alla super favorita Virtus Bologna.

Nella stagione 2017-2018 l’approdo nella già citata Imola, dove il primo anno realizza 3.4 punti di media in 30 presenze. Nella seconda stagione in biancorosso ha un minutaggio molto più consistente, passando dai 14 ai 24 minuti di media a partita, quasi il doppio.

Nell’annata sportiva appena conclusa, Simioni ha avuto una crescita sostanziale anche nella media realizzativa, riuscendo a chiudere il campionato a più del tripo dei punti, 10.7 a partita, a cui si sommano anche 4 rimbalzi di media. Ottime anche le percentuali al tiro, con un notevole 64% da due e con un sorprendente 45% da oltre l’arco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA