Cantù, gennaio terribile

Cantù, gennaio terribile

Sette patite in un mese tra campionato e Coppa per la squadra allenata da Sacripanti

Sarà un gennaio caldissimo per l’Acqua Vitasnella Cantù, alla faccia delle temperature polari di questi giorni. Sette partite in un mese per la squadra di coach Sacripanti, dentro e fuori dal campo praticamente ogni tre-quattro giorni fra campionato e Last 32 di Eurocup. In un gennaio denso di impegni, la pausa di fine girone di andata con lo svolgimento dell’All Star Game a Verona il 17 è un’autentica benedizione. Domenica si ricomincia e sarà subito campionato. Una trasferta importante, su un campo storico come quello di Pesaro. L’inizio di 2015 si preannuncia frizzantino anche grazie all’Eurocup. Che, mercoledì 7, porterà al Pianella nientemeno che il Khimki Moscow Region, in assoluto la favorita del girone J delle Last 32. Il campionato poi proporrà due sfide cruciali per l’Acqua Vitasnella: l’11 gennaio contro l’Acea Roma e il 25 contro Varese per l’inizio del girone di ritorno, entrambe al Pianella. In mezzo agli impegni di campionato, si incastonano le due trasferte consecutive di Eurocup della nuova fase, a Salonicco contro il Paok mercoledì 14 e a Limoges martedì 20. E sarà Limoges a chiudere al Pianella, mercoledì 28, un gennaio in apnea per l’Acqua Vitasnella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA