Cantù, Ragland in salita  Ora (ri)spunta Clavell
ragland (Foto by Carlo Pozzoni)

Cantù, Ragland in salita

Ora (ri)spunta Clavell

Non sarà semplice per la società riportare Joe Ragland a Cantù, ma si sta lavorando più o meno sotto traccia

Non sarà semplice per la società riportare Joe Ragland a Cantù, ma si sta lavorando più o meno sotto traccia per cercare di trovare un accordo con uno dei play più forti della Pallacanestro Cantù degli ultimi anni. Un “folletto” che ha fatto infiammare i tifosi per una stagione e mezza. Era arrivato alla fine del campionato 2012/13, con la presidente Anna Cremascoli decisa a far fare un salto di qualità alla squadra nel reparto degli esterni. Jerry Smith era stato a lungo infortunato, per tre mesi Jonathan Tabu aveva dato un contributo alla squadra ma era ormai arrivato quasi senza benzina all’appuntamento con i playoff.

«Sono qua per dare una mano», disse Ragland alla sua presentazione, avvenuta alla vigilia dell’ultima sfida di regular season contro la Virtus Bologna. Dove Cantù concluse al settimo posto, per poi battere ai quarti Sassari e uscire di scena in semifinale contro Roma. Ragland fece subito vedere ottimi numeri, segnando 16 punti contro Bologna.

Ma Cantù avrebbe nuovamente sondato la disponibilità di Gian Clavell, nome circolato anche la scorsa estate. Guardia portoricana, 26 anni, è stato avversario dell’Italia ai Mondiali in Cina con 7,2 punti e 3,2 rimbalzi. Fallito l’assalto, Cantù si era poi concentrata su Cameron Young.


© RIPRODUZIONE RISERVATA