Cantù (ri)scopre due armi playoff  La difesa e la vittoria in trasferta
Randy Culpepper appoggia morbidamente a canestro nel successo canturino a Bologna (Foto by foto Walter Gorini)

Cantù (ri)scopre due armi playoff

La difesa e la vittoria in trasferta

Il blitz di sabato a Bologna messo a segno da una Red October in versione inedita.

In attesa che il ciclo terribile si completi domenica con il derby casalingo contro Milano, la Pallacanestro Cantù potrebbe già ritenersi decisamente soddisfatta di quanto combinato. Perché, ricordiamolo, il “pacchetto” contenente veleno comprendeva le partite contro Venezia, Torino, Brescia, Bologna, oltre ovviamente EA7.

Ovvero, due avversarie (che con l’Olimpia faranno poi tre) da piani altissimi e un altro paio quali concorrenti dirette per le posizioni playoff ancora disponibili, vale a dire quelle dal quinto all’ottavo. Ebbene, Cantù due volte ha vinto e altrettante ha perso e al di là del fatto che non era certo scritto che la squadra di coach Sodini agguantasse questi successi, le affermazioni le ha colte contro le avversarie giuste.

Perché aver battuto Fiat e Segafredo ha voluto dire far punti negli scontri diretti e questo ha consentito di andare sul 2-0 sia contro l’Auxilium sia contro la Virtus.

Il peso specifico di queste vittorie è dunque decisamente superiore a quello che avrebbero avuto le eventuali affermazioni ai danni di Reyer e Leonessa. Insomma, i punti sarebbero stati sempre quattro, ma quelli colti dalla Red October sono altresì punti sottratti a potenziali rivali dirette.

Intanto, i biancoblù hanno ritrovato anche quel sorriso che in trasferta faceva difetto ormai da quasi tre mesi. I brianzoli avevano perso tutte le quattro partite giocate lontano da Desio nel girone di ritorno prima ovviamente del colpaccio dell’altra sera al Madison di Bologna.

Al solito, l’attacco è stato fondamentale nelle fortune canturine (88 punti al PalaDozza prima di Cantù li aveva segnati soltanto Venezia), eppure questa volta va tributato un doveroso omaggio anche alla tanto bistrattata difesa biancoblù che a più riprese ha mostrato una solidità e una coesione che sin qui non le si riconoscevano. E pure la zone press ha portato i suoi frutti. Insomma, un successo finalmente maturato in entrambe le metà campo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA