Domenica 12 Ottobre 2014

Cantù si parte: è superderby

Cantù (qui Feldeine) e i tifosi insieme, pronti all’avventura del campionato che inizia oggi per la Vitasnella a Varese

Parte il campionato di basket di serie A e per Cantù il primo impegno è subito di quelli pesanti.

Al PalaWhirlpool di Varese si gioca questa sera (palla a due alle 20.30; arbitri Vicino, Sardella, Di Francesco; diretta tv su RaiSport2) Openjobmetis-Acqua Vitasnella, per un derby che, a memoria, non è mai andato in scena a Masnago alla prima di campionato. Bisogna tornare indietro di “appena” 46 anni per ritrovare invece lo stesso confronto a Cantù (ma alla Parini….) fra i padroni di casa con lo scudetto sulle maglie e l’Ignis che il tricolore lo avrebbe conquistato al termine di quella stagione.

I precedenti

Storie un po’ datate, meno quelle che raccontano che i tifosi canturini questa sera non sapranno forse in cosa sperare. Spieghiamo. Nei cinque anni più recenti, dopo che Varese ha ritrovato il suo legittimo posto in serie A, Cantù a Masnago in regular season ha perso tre volte e vinto due. Le sconfitte sono arrivate nel 2009/2010 (81-66 per Varese), l’anno dopo (82-65) e nel 2012/2013 (77-73 per i padroni di casa): a fine stagione Cantù aveva centrato nell’ordine semifinale, finale ed ancora semifinale nei play off scudetto.

Le due vittorie sono invece del 2011/2012 (83-67 esterno) e dello scorso campionato (82-77): chiusura stagionale con due eliminazioni nei quarti. Come dire che vincere a Masnago non è garanzia di una stagione terminata felicemente. Ma nessuno dei canturini che, al palazzetto varesino oppure davanti alla tv, vedranno il match rinuncerebbe al successo nel derby di stasera per una ‘scommessa’ di fine stagione.

E si ritrovano due squadre che si sono già misurate due volte in questa prestagione, complicata per l’Acqua Vitasnella degli arrivi graduali e per l’Openjobmetis da qualche infortunio di troppo che ha complicato il periodo di preparazione agli ordini di Gianmarco Pozzecco, oggi al suo debutto da coach di serie A.

Ma le due vittorie di Pavia (77-69) e nella semifinale del torneo di Jesolo (76-74) devono essere cancellate dalla mente dei giocatori di Cantù, come ha ammonito in conferenza stampa Stefano Sacripanti.

Biancorossi da pesare

Il fattore campo favorevole ai biancorossi, l’innesto di Willie Deane a rafforzare un reparto che aveva mostrato in precampionato di avere scarse alternative all’ottimo titolare Robinson, la ritrovata efficienza fisica di elementi come Kangur, Callahan e Rautins sia a consolidare il quintetto, nel quale spiccano anche il centro Daniel –da Pistoia- ed il ritrovato Diawara, che ad allungare la panchina fanno si che Varese abbia una consistenza ben più marcata rispetto alle partite di precampionato.

L’Acqua Vitasnella si presenta a Masnago senza sorprese: i sette stranieri saranno a referto, assieme a capitan Abass, a Stefano Gentile ed al recuperato Giacomo Bloise; i due infortunati, Laganà e Maspero, verranno invece rimpiazzati in formazione da Ruben Zugno e Mattia Molteni.

Cantù sarà poi di nuovo in campo dopodomani a Las Palmas, nelle Isole Canarie in Spagna, per la partita d’esordio stagionale in Eurocup. Per oggi poi la Questura di Varese ha disposto che la biglietteria del PalaWhirlpool aprirà delle 18.30 alle 19.30: dopo quell’ora non sarà più possibile acquistare i biglietti. n 

gildo broggi

© riproduzione riservata