Cantù tiene testa a Bologna Ma la vittoria è affare Virtus
Marco Belinelli “sorvegliato” da Frank Gaines (Foto by foto Butti)

Cantù tiene testa a Bologna
Ma la vittoria è affare Virtus

Buona prestazione dell’Acqua S. Bernardo al cospetto di un’avversaria molto forte: a Desio finisce 82-91.

Una buona Acqua S. Bernardo non basta per reggere sino al termine l’impatto di una Virtus Bologna decisamente molto competitiva. Al PalaBancoDesio gli ospiti si impongono per 91-82, centrando l’ottavo successo esterno consecutivo in altrettante partite di serie A.

A referto per la squadra di casa spiccano i 24 punti di Gaines e i 19 di Smith, ma in particolare brillano di più perché inattesi i 21 di Bigby-Williams. Sull’altro fronte, 25 quelli di Gamble, con Teodosic a 17. Non ha invece incantato Belinelli, autore di soli 6 punti.

Cantù senza Leunen (mal di schiena) e con Thomas al rientro dopo tre “tribune” subito in quintetto, mentre Djordjevic fa partire dalla panchina sia Teodosic sia Belinelli...

La cronaca racconta di un primo tempo equilibrato, ove si escluda il vantaggio preso da Bologna alla prima sirena (17-24), in virtù di un parziale di 1-9 negli ultimi tre minuti.

La S. Bernardo tiene botta con un controbreak di 10-3 nei 5’ iniziali del secondo periodo (27-27) e da lì all’intervallo lungo è tutto un susseguirsi di parità. A metà gara punteggio di 38-39, con 11 punti di Smith, mentre sull’altro fronte ancora nessuna è in doppia cifra.

Dal 45-46 al 23’ si passa in un amen al 51-60 del 25’, con il centro Gamble assoluto protagonista. La Virtus allunga sino al 56-69 al 28’. Alla terza sirena è 61-73.

Cantù prova a riavvicinarsi (77-83 al 36’) nel quarto di coda, ma viene sempre respinta e così la Virtus si impone con merito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA