Cessione Cantù: ci siamo  Via libera da Gerasimenko
Dmitry Gerasimenko, 40 anni, sta per lasciare la proprietà della Pallacanestro Cantù che aveva acquisito nel novembre del 2015

Cessione Cantù: ci siamo

Via libera da Gerasimenko

Lunedì verrà sancito dal notaio il passaggio di proprietà. A subentrare gli italo(Tic)-americani. Intesa raggiunta a 800mila euro.

C’è l’accordo. Dmitry Gerasimenko da un lato, Tic (Tutti Insieme Cantù) e la cordata statunitense dall’altro, sono finalmente riusciti a raggiungere l’intesa. Salvo infatti clamorosi colpi di scena - o di coda - che potrebbero consumarsi in queste ore, la Pallacanestro Cantù tra oggi e lunedì cambierà proprietà lasciando le insegne russe per consegnarsi a quelle italo-americane.

Il punto di equilibrio sarebbe stato raggiunto attorno agli 800mila euro: 350 mila verrebbero versati al momento della firma dinnanzi al notaio, i restanti 450 rateizzati in un arco di tempo compreso verosimilmente tra i 5 i 9 anni. In queste ore sono al lavoro i legali per definire ogni particolare prima di poter procedere alla compravendita. Gli acquirenti rilevano il club (dovendo peraltro ripianare debiti stimati attorno al milione e 600mila di euro) nonché l’area sulla quale insiste il vecchio Pianella. I particolari, tuttavia, verranno resi noti soltanto nel momento in cui la cessione della proprietà della Pallacanestro Cantù sarà messa ufficialmente e definitivamente agli atti.

Tutti i particolari sulla Provincia di venerdì 15 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA