Dmitry alza la posta   e chiede il 40% in più
Dmitry Gerasimenko, proprietario della Pallacanestro Cantù, sembra non voler sbloccare la situazione

Dmitry alza la posta

e chiede il 40% in più

l terzo rilancio del gruppo statunitense coincideva con la più recente richiesta avanzata dal patron russo. Siamo alla resa dei conti: irritati e indispettiti i potenziali acquirenti, frustrata e inviperita la componente brianzola.

Dmitry Gerasimenko sembrerebbe aver alzato, e non di poco, la posta. Questo, almeno, stando alle indiscrezioni che filtrano dalla sede di Cermenate della Pallacanestro Cantù e che non possono essere verificate poiché, naturalmente, il patron russo risulta irrintracciabile per i media. Ebbene, il rilancio dell’attuale proprietario sarebbe di circa il 40%. Mica paglia.

Inutile dire che al di là di un gruppo Usa irritato ed esasperato, c’è pure la componente brianzola comprensibilmente frustata e inviperita. Perché si continua a perdere tempo quando invece già lunedì scorso avrebbe dovuto iniziare l’iter progettuale per riportare la normalità all’interno della società. E mai come in un momento del genere, il tempo rappresenta un bene prezioso che non ci si può più assolutamente permettere di sprecare.

I particolari sulla Provincia di giovedì 7 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA