Cinque le Canottieri comasche con gli Europei U23 nel mirino
Le barche in acqua a Eupilio

Cinque le Canottieri comasche
con gli Europei U23 nel mirino

Sono confortanti i risultati ottenuti dai nostri ragazzi al Centro Remiero di Pusiano

All’indomani delle selezioni e nonostante il gran caldo, stanno crescendo i ritmi al Centro Remiero Lago di Pusiano nello svolgimento del raduno nazionale Under 23, che proseguirà fino al 2 settembre e che dovrà allestire la squadra azzurra da mandare ai Campionati europei di categoria a Duisburg in Germania dal 5 al 6 settembre.

Le selezioni di domenica hanno lasciato spazio allo staff tecnico guidato dal d.t. nazionale Francesco Cattaneo di valutare i risultati e definire il gruppo che rimarrà al centro remiero per proseguire il programma. Salvo ulteriori cernite in seguito, al momento sono stati ammessi 53 atleti, tra maschi e femmine, che si vanno così a sommare ai 16 già convocati “d’ufficio” e che non hanno quindi partecipato alle selezioni, portando il numero complessivo a 69.

Significativa la rappresentativa comasca, che raggiunge la dozzina: 6 già del gruppo originario e altrettanti dei prescelti sulla base dei risultati delle selezioni. Rispettivamente con cinque e con quattro, Moltrasio e Lario fanno la parte del leone. A rappresentare la Moltrasio c’erano già Davide Comini, Matteo Della Valle, Elisa Mondelli e Arianna Passini, ai quali si affianca Marta Barelli. Della Lario agli azzurrini della nazionale Jacopo Frigerio e Giorgia Pelacchi, si aggiungono i “promossi” Patrick Rocek e Greta Parravicini.

Passano il turno e vanno a caccia di un posto in nazionale anche Greta Martinelli della Tremezzina, Elias Pescialli della Bellagina e Giovanni Borgonovo della Cernobbio, il più giovane del gruppo, essendo ancora della categoria Ragazzi.

Per quanto riguarda il programma operativo, ieri sono terminati i test al remoergometro per permettere ai tecnici di valutare i tempi di ciascuno. Da oggi e per qualche giorno iniziano le due uscite giornaliere in barca, al mattino e nel tardo pomeriggio, dopo di che si farà sul serio per formare gli equipaggi da mandare all’appuntamento continentale.

«Stiamo lavorando benissimo - assicura Spartaco Barbo, il tecnico triestino responsabile del settore maschile – anzi direi nelle condizioni migliori, sia del lago e delle strutture, sia grazie alla collaborazione dei responsabili del centro remiero. Da oggi ) e per 3/4 giorni faremo provare in doppio e quattro di coppia per valutare tempi e formazioni, dopo di che ci sarà un’ulteriore selezione di chi dovrà restare per formare gli equipaggi».

Come vede i lariani? «Confermo che Borgonovo è il più giovane. Sono comunque tutti caricatissimi, siano del lago di Como, della Lombardia o della Sicilia. Si capisce che nessuno vuole rimanere fuori dai giochi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA