«Come mi alleno?
In giardino con papà»

Intervista con il portiere del Como, Luca Zanotti

«Come mi alleno? In giardino con papà»
Luca Zanotti, portiere del Como bergamasco di Castelli Caleppio

Castelli Calepio, provincia di Bergamo, al confine con la provincia di Brescia. Luca Zanotti vive lì, nel cuore della zona rossa. Ed è lì che il portiere del Como sta trascorrendo questo settimane, così difficili per il suo territorio.

Fortunatamente in buona salute, lui e tutti i suoi familiari.

Luca, come va?

«Noi bene, per fortuna la mia famiglia sta bene. Ma abbiamo vissuto tutto molto da vicino. E le settimane scorse si sentivano davvero parecchie ambulanze, in continuazione. Adesso la situazione è leggermente migliorata, anche se la preoccupazione sicuramente non è ancora passata del tutto»

.

Come stai trascorrendo queste settimane?

«Tenersi in allenamento da soli per un portiere forse è ancora più complicato...

Per fortuna ho un giardino. Sto vivendo queste settimane con i miei genitori e mio fratello minore, e mi sono organizzato. Lavoro con l’aiuto di mio padre, ci pensa lui a tirarmi palloni... E poi sono in contatto costante con il nostro preparatore dei portieri. Siamo molto seguiti da parte dello staff, si fa tutto quello che si può. Ma è difficile restare concentrati in questo momento, chiusi in casa senza sapere che cosa succederà e quando».

L’intervista integrale sulla Provincia di venerdì 24

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}