Como, la fidejussione  non è ancora certezza
Ninni Corda sul campo d’allenamento nel ritiro del Como ad Arona (Foto by foto Cusa)

Como, la fidejussione

non è ancora certezza

La società conta di poterne disporre domattina. Se così non fosse, piano B: consegnerà alla Lega di assegni circolari.

Fiato sospeso fino all’ultimo. E forse oltre. Il Como non ce l’ha fatta neppure oggi ad avere la certezza di poter presentare domani la sua domanda di ripescaggio con le carte in regola. Anzi, con le fidejussioni in regola. Dopo una giornata trascorsa in Banca, il tanto agognato documento non c’è ancora. Anche se si spera di poterlo avere per domani mattina. In ogni caso, però, il Como avrebbe pronto un piano B, cioè consegnare alla Lega entro le 13 degli assegni circolari.

Se tutto andasse per il meglio, già questa mattina all’apertura della Banca la società sarebbe immediatamente informata del buon esito dell’operazione, le fidejussioni verrebbero inviate e stampate direttamente nella sede della Bper a Firenze e consegnate facilmente in Lega insieme al resto della documentazione, che prevede anche un contributo a fondo perduto di 300mila euro.

Altrimenti, ecco il piano B.

Il servizio completo sulla Provincia di venerdì 27 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA