Como, ultima in casa. Aria di festa  «Grazie tifosi, comunque finisca»
Domenica il Como ospita al Sinigaglia la Varesina (Foto by foto cusa)

Como, ultima in casa. Aria di festa

«Grazie tifosi, comunque finisca»

Il dirigente Felleca: «Sono fiducioso, spero nella sportività della Caronnese». La società ha organizzato per domenica una serie d’iniziative, per i tifosi “bastoni gonfiabili”

Una festa senza l’ospite d’onore, il primo posto. Che resta però un ospite atteso, che potrebbe ancora arrivare con un minimo di ritardo. Ma Como-Varesina è una partita che la società vuole comunque trasformare in una giornata festosa. Anche perchè, come dice l’ad Roberto Felleca, «tutti ci auguriamo che sia l’ultima di questa stagione al Sinigaglia. Anzi, proprio questo potrebbe essere lo slogan della giornata: speriamo che sia l’ultima».

Perchè accada, bisognerebbe riuscire a evitare i playoff, o arrivando primi direttamente o vincendo il possibile spareggio. «Intanto però vogliamo in qualche modo ringraziare i tifosi, e celebrare con loro una stagione sino a qui comunque eccellente, visto quello che siamo riusciti a fare. Certo, senza andare in serie C servirebbe a poco. Ma per il momento noi siamo molto soddisfatti di essere qui con le speranze ancora aperte. Da tempo speravamo che questa potesse essere la giornata della festa in tutti i sensi, faremo comunque in modo che sia una bella giornata lo stesso».

Le buone notizie si attendono da Caronno, dove gioca il Gozzano. E Felleca è molto chiaro sul fatto di aspettarsi una partita vera. «Parliamo di una delle squadre in assoluto più forti del campionato. Al di là degli stimoli - la Caronnese di fatto ormai è certa di arrivare terza -, mi aspetto che onorino la loro stagione con una grande prova, come mi aspetto che facciano tutti. Domenica per esempio il Derthona, in casa del Gozzano, ha giocato con tutti ragazzi giovani. Avrebbe probabilmente perso lo stesso, ma non mi è sembrato giusto. Confido nella serietà della Caronnese». E per tenere d’occhio meglio la situazione, oltre che per restare in contatto diretto costante, il Como dovrebbe inviare Pruzzo come emissario a vedere la partita di Caronno.

Intanto però al Sinigaglia bisogna vincere, e non è tutto poi così scontato. «Anche per questo speriamo ancora una volta nel grande appoggio del nostro pubblico, sperando di esultare alla fine su entrambi i fronti».

La società ha organizzato una sorta di coreografia, regalando dei “bastoni gonfiabili” che saranno distribuiti in curva e posizionati sui seggiolini della tribuna. Agli spettatori il compito di gonfiarli con l’apposita cannuccia, per accompagnare con un bell’effetto anche visivo l’ingresso in campo delle squadre e la partita.

Sarà anche una giornata dedicata ai giovani, visto che nell’intervallo sfileranno in campo tutte le squadre del settore giovanile. Inoltre sarà l’occasione per presentare a tutto il pubblico il torneo giovanile che si svolgerà al Sinigaglia lunedì e martedì, il primo Trofeo Lago di Como, tra squadre della classe 2004.

Al torneo, oltre ovviamente ai ragazzi del Como, parteciperanno i pari età di società prestigiose: Atalanta, Cagliari, Inter, Novara, Torino. E domenica in campo, insieme a quelli del Como, scenderanno anche i ragazzi del Cagliari, proprio per presentare l’iniziativa. Oltre a questo, sono stati invitati ad assistere alla partita anche i ragazzi delle scuole calcio delle società della zona.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA