Coraggio Mondelli: la paura è passata «È su di morale. Ha detto “ho fame”»
Filippo Mondelli (in piedi) ora può sognare di tornare sul suo “quattro”

Coraggio Mondelli: la paura è passata
«È su di morale. Ha detto “ho fame”»

Cinque ore di intervento al femore per il campione della Canottieri Moltrasio

Filippo Mondelli adesso può riaprire il cassetto e riprendersi un sogno che ormai aveva dato irrimediabilmente perso: Tokyo 2020, rimandata all’estate 2021.

Il “leone” di Cernobbio è stato operato all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna e l’intervento è perfettamente riuscito. Dopo cinque ore, dalle 7.30 del mattino, tra preparazione, camera operatoria e risveglio, l’osteosarcoma è stato rimosso e applicata la protesi in titanio, che sostituisce la parte del femore malata.

Non solo papà, mamma Mondelli e la sorella Elisa, ma a tirare un sospiro di sollievo sono stati tanti amici e compagni di voga, che gli sono sempre stati vicini durante i cicli di chemioterapia, dallo scorso gennaio.

«È andato tutto bene ed è ciò che conta - esulta al limite della commozione, Alessandro Donegana, presidente della Canottieri Moltrasio – tanto più che anche in questa occasione Filippo ha dato prova del suo spirito che non si arrende mai. Appena uscito dalla sala operatoria ha detto: ho fame. È bastata questa sua spontanea battuta di spirito a stemperare la comprensibile tensione dei suoi familiari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA