De Bernardi concede il bis  A Ferragosto primo a Porlezza
Il podio maschile con, da sinistra a destra, Buffa, De Bernardi e Biral

De Bernardi concede il bis

A Ferragosto primo a Porlezza

Corsa su strada - Domenica aveva vinto la gara “Acquaseria tra lago e monti”

Il menaggino ha dominato anche la “Nove campanili”, migliorando il record

Ferragosto di corsa - con vittoria - per Massimiliano De Bernardi. Il menaggino, dopo aver dominato domenica scorsa nella “Acquaseria tra lago e monti”, ha messo nel suo palmares anche la “Nove campanili” a Porlezza.

Nel femminile ha festeggiato Michela Zangrandi. In 250 si sono presentati mercoledì mattina all’appuntamento con la corsa di 8,5 chilometri e un dislivellopositivo di 150 metri, organizzata dalla Pro Loco di Porlezza. Tra questi anche Massimiliano De Bernardi, deciso a difendere il successo conquistato dodici mesi fa.

Il menaggino (35 anni) ha dimostrato di attraversare un periodo di forma smagliante:ha attaccato da subito, sui primi tre chilometri su mulattiera, “ingigantendo” il vantaggio sugli avversari, nella restante parte di gara su strada.

Tanto da abbattere, con il tempo di 31’00” il record che gli apparteneva dal 2016, quando si impose fermando le lancette del cronometro a 32’30”. Due minuti e 20 secondi sono trascorsi prima che il vicentino Nicola Buffa, intascasse la piazza d’onore, bissando il piazzamento dell’anno scorso.

Il podio era completato da Davide Biral, atleta monzese che vive a Padova, dove è tesserato per il Cus. Quarto Alessandro De Cantis, secondo domenica scorsa ad Acquaseria. «Sono andato sorprendentemente bene - dice De Bernardi -. Era una gara molto veloce e mi sono stupito del tempo. Non pensavo di poter battere il mio record:meno ancora di abbassarlo di una novantina di secondi».

Il menaggino allunga così la lunga striscia di successi, anche “pesanti”, nella stagione. Mentre nel maschile il comasco ha contenuto l’assalto della “colonia” di atleti veneti, ben rappresentati nella “Nove campanili”, nel femminile il successo è finito a Verona. Grazie a Michela Zangrandi, ventiseiesima assoluta con il tempo di 46’39” che succede nell’albo d’oro alla comasca Ilaria Bianchi, che nel 2017 si impose in 38’15”. Nella classifica la piazza d’onore è finita nelle mani Natalia Bardashigna che ha preceduto Anita Maggioni, terza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA