De Vecchis e l’Italia  nella finale europea
Tommaso De Vecchis (primo a destra)

De Vecchis e l’Italia

nella finale europea

Con i compagni di nazionale il comasco oggi a Glasgow in gara nell’atto conclusivo della rassegna continentale.

Obiettivo raggiunto. L’Italia, con il comasco Tommaso De Vecchis e i compagni Marco Lodadio, Andrea Russo, Ludovico Edalli e Marco Sarrugerio, è tra le otto finaliste che oggi nell’Hydro Arena di Glasgow (si parte alle 14 per chiudere attorno alle 16.30), andranno a caccia del titolo europeo per nazioni di artistica maschile.

Non è stata una qualificazione facile, con il pass arrivato solo all’ultimo dei sei attrezzi e qualche preoccupazione di troppo, con l’ottava posizione e un totale di 241.128 punti.

Ha voglia di riscatto Tommaso De Vecchis. La sua caduta alla sbarra, l’ultimo attrezzo, con il modesto 11.666, ha fatto trattenere il fiato a tutti. «Sono andato davvero convinto, ma ho messo male una mano riprendendo un salto e sono caduto - così spiega l’inconveniente il comasco -. Mi spiace perché alla sbarra sono molto in forma in questo periodo e da quando ho dovuto togliere il “Cassina”, ho come avvertito una perdita di fiducia».

Il portacolori della Ginnastica Salerno è fiducioso per la finale, e preannuncia una sorpresa. «Può cambiare tutto - dice -, quindi daremo il massimo e vediamo cosa riusciamo a portare a casa. Voglio andare carico in pedana per portare il “Cassina”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA