Della Fiori e il colpo Ragland «È stata una trattativa veloce»
Il gm Daniele Della Fiori (a destra) con Joe Ragland, Paolo Petazzi e Andrea Mauri (Foto by Butti)

Della Fiori e il colpo Ragland
«È stata una trattativa veloce»

Parla l’artefice dell’operazione dell’Acqua San Bernardo Cinelandia

«Ragland? Porta esperienza, passione e tecnica». Parola di Daniele Della Fiori, general manager di Pallacanestro Cantù che in passato aveva già avuto modo di conoscere e lavorare insieme a Ragland nella sua prima esperienza canturina.

«Mi unisco a Mauri, il ringraziamento a Petazzi è doveroso. Joe è un giocatore straordinario e, oltre a riconoscergli le sue indubbie qualità tecniche, gli sono particolarmente affezionato».

La trattativa è stata fulminea, sì e no dieci giorni dall’idea di riportarlo a Cantù, alla firma sul contratto che lo legherà alla San Bernardo-Cinelandia sino al termine della stagione: «È stata una trattativa veloce perché Joe è rimasto molto legato a Cantù: c’è una domanda e un’offerta, per noi è un vero affare e per lui un’occasione per rimettersi in gioco. Alla squadra può aggiungere tanto sotto tanti punti di vista


© RIPRODUZIONE RISERVATA