Derby, Brienza sprona Cantù  «Togliamoci la scimmia dalla spalla»
Coach Nicola Brienza dà il “cinque” al capitano Sasà Parrillo (Foto by butti)

Derby, Brienza sprona Cantù

«Togliamoci la scimmia dalla spalla»

Il coach dell’Acqua San Bernardo presenta la sfida odierna contro Varese.

Varese - Pistoia - Torino, più Sassari «che sarà un jolly». Il trittico che attende Cantù può, sulla carta, andare a compensare quello terribile da cui la squadra di coach Nicola Brienza è appena uscita, più delusa che distrutta.

«Le ultime tre partite sono state difficili, ma abbiamo rischiato di fare tre su tre - nota l’allenatore -. Ora arrivano partite sulla carta più alla nostra portata. Abbiamo una gran voglia di “toglierci questa scimmia dalla spalla”, perché giocare bene e raccogliere nulla non porta da nessuna parte. E i ragazzi hanno interpretato la settimana in palestra animati da questo sentimento».

Ma - avverte il coach di Cantù - guai ad aspettarsi un avversario morbido: «Contro Varese (al PalaBancoDesio stasera alle 19.05, ndr) sarà una partita difficile e con un sacco di insidie perché è una squadra davvero molto ben allenata e con un’identità chiarissima, sia in attacco, sia in difesa. Si vede che c’è un lavoro di base molto qualificato da parte di coach Attilio Caja e del suo staff. Varese è un’avversaria di sistema e noi quest’anno, contro formazioni che hanno questa tipologia di caratteristica, abbiamo sempre fatto molta fatica. L’ultima ad esempio è la partita in casa con Trieste, oppure anche la gara di andata proprio con Varese. Dovremo superarci per andare oltre il nostro canonico modo di giocare. E non scordiamo gli ultimi derby: Cantù ha perso gli ultimi quattro, e male. Quindi, vietato pensare che sia una partita facile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA