È già la Libertas Cantù di Ricardo «Che bello, mi sento come a casa»
Ricardo (Pool Libertas Cantù) durante le visite mediche

È già la Libertas Cantù di Ricardo
«Che bello, mi sento come a casa»

Il secondo brasiliano del gruppo di Cominetti è sbarcato in città. E subito ha voluto allenarsi

Assieme al connazionale Caio, Ricardo (abbreviativo di Ricardo Alexandre Gomes do Rego Junior) andrà a comporre la prima coppia brasiliana della storia della Pool Libertas.

È arrivato proprio in questi giorni dal Brasile e, nonostante le 15 ore di volo e il prevedibile jet-leg accumulato prima di atterrare a Malpensa, il giocatore ha voluto subito sostenere un primo allenamento al Parini.

La Superliga carioca è ormai alle spalle. Da adesso è il campionato A2 italiano il suo palcoscenico, una sfida da vincere per il nuovo posto quattro da 206 centimetri d’altezza che, così come fatto lo scorso anno da Caio, intende entrare fin da subito nel cuore dei tifosi canturini.

«Mi sono allenato per un mese con il Volei Funvic Taubatè, i miei ex compagni di due stagioni fa, perché ci tenevo a farmi trovare subito pronto per questa nuova avventura qui a Cantù. Prima delle visite mediche ho avuto l’occasione di fare una parte di allenamento con coach Cominetti. Tenere un pallone in mano aiuta a cancellare le distanze. E posso dire che qui mi sento già a casa», spiega il giocatore brasiliano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA