Ecco qui il Mondiale   più comasco di sempre
La comasca Elisa Pastorelli (prima a destra) con le compagne della Nazionale

Ecco qui il Mondiale

più comasco di sempre

Al via domani in Argentina la rassegna iridata: ci giochiamo subito Pastorelli
Poi venerdì toccherà a Puppi e Ruga. E Manzi sarà all’esordio da tecnico.

Inizia domani il mondiale di corsa in montagna, più comasco di sempre. A Villa La Angostura, nell’estremo sud dell’Argentina, Elisa Pastorelli affronterà l’iridato classico nella categoria Juniores (domani con partenza alle 9.15 locali, le 13.15 italiane); Francesco Puppi e Fabio Ruga il lunghe distanze (venerdì).

Il quarto comasco è Emanuele Manzi, che debutta nelle vesti (temporanee, come ha precisato, confermando di voler restare atleta) di tecnico accompagnatore della spedizione azzurra.

Toccherà alla giovane di Albavilla (18 anni) aprire il mondiale. Assieme alle piemontesi Giovanna Selva e Anna Arnaudo e alla triestina Angela Mattevi, affronterà i 6,5 chilometri del percorso, nel format “salita e discesa (si sale per i primi due chilometri, sino a quota 1.247 per poi scendere sino al traguardo) sui sentieri della Patagonia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA