Errigo: «Grande Comense»

L’omaggio della campionessa alla sua società di appartenenza per i successi ottenuti dalle giovani “colleghe” nel tricolore under 14

Errigo: «Grande Comense»

Il grand prix di Shangai è l’ultimo atto della coppa del mondo, prima degli europei di Montreaux di inizio giugno e dei mondiali di Mosca di metà luglio. Ecco perché Arianna Errigo deve fare ancora più bene del solito, in una stagione che mette in palio i due posti individuali nel fioretto femminile per andare in pedana alle olimpiadi di Rio 2016.

Prima di partire per Shangai Errigo ha voluto rendere omaggio - non potendolo fare di persona, lo ha fatto verbalmente - alla sua società di appartenenza per i successi ottenuti dalle giovani “colleghe” nel tricolore under 14: l’oro di Carlotta Ferrari e l’argento di Irene De Biasio nelle Giovanissime e il bronzo di Sarah Corabi nelle Ragazze. «Sono contentissima per loro, per le famiglie, per Serena e Max (Pivotti e Bruno, i due allenatori ndr) e per la società - il pensiero della campionessa -. Gli splendidi risultati, ottenuti a quell’età, te li porti dietro come le esperienze più belle, divertenti e spensierate di tutta la vita».

«Mi complimento con loro per il grande lavoro che portano avanti tutti i giorni - dice Errigo -. Meritano questi risultati. E poi: viva la Comense».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}