Felleca: «Olginatese?  È la partita più difficile»
Dopo il confronto diretto, prosegue lo scontro a distanza tra il Como e il Gozzano (Foto by foto cusa)

Felleca: «Olginatese?

È la partita più difficile»

Serie D - Il dirigente del Como: «Sfideremo una squadra con grandi motivazioni»

Non sarà una partita semplice. La trasferta di domenica a Olginate non è una formalità. Un po’ perché le trasferte nell’ultimo periodo sono sempre state un po’ complicate per il Como. Che ha perduto fuori casa in più occasioni la possibilità di agganciare la vetta, certamente più che al Sinigaglia dove ha sempre vinto, tranne lo scontro diretto.

E sul cammino da qui alla fine di trasferte ce ne sono due. Ma se una, l’ultima con la Caratese, non spaventa granché, stavolta ci sarà sicuramente più tensione. Perché l’Olginatese è in piena lotta per salvarsi. «E certamente questa è la più difficile delle tre partite che ci attendono», sostiene l’ad Roberto Felleca. «Non solo, è anche la partita più dura rispetto a quelle di Gozzano e Caronnese», che giocano rispettivamente in casa con il già retrocesso Derthona e in casa dell’Inveruno, in posizione ormai più che definita e tranquilla.

D’altra parte però non c’è scelta. «Sbagliare stavolta vorrebbe dire la fine delle nostre possibilità di arrivare primi, se il Gozzano vincesse ovviamente. E quindi non si può fare altro che vincere. Ma di fronte avremo una squadra con grandi motivazioni».

Da capire anche quanto e se la mancata vittoria con il Gozzano possa avere lasciato dei segni. «Certamente non siamo usciti felicissimi da quella partita, ma è uno sconforto che poi ha lasciato spazio a una voglia di vincere ancora maggiore. Le motivazioni sono altissime, sono a mille. Io sinceramente credo tanto ancora nella nostra possibilità di arrivare primi».

Che però passerà più facilmente dal turno di domenica prossima. «Beh certamente è difficile sperare che il Gozzano non batta il Derthona, anche se non si sa mai... l’unica possibilità di inciampare per loro è quella della settimana prossima. Certo, la Caronnese ormai è tagliata fuori dalla vittoria del campionato. Però anche in chiave playoff avrebbe dei grandi vantaggi se arriva seconda. Quindi non molleranno, sicuramente».

Viceversa guardando al Como, superato questo ostacolo di domani poi tutto dovrebbe essere semplice. «Certo, anche la Varesina che affronteremo domenica prossima è in lotta per la salvezza. Ma in casa nostra non credo che avremo grandi difficoltà, così come non è certamente impossibile l’impegno in casa della Caratese. Non c’è dubbio, noi dobbiamo vincerle tutte e tre e basta».

Potrà essere importante l’aiuto del pubblico, «e infatti sono molto felice che si giochi qui vicino e che non ci sia alcun divieto per i nostri tifosi. Che continuano a essere eccezionali, anche domenica scorsa ci hanno comunque applaudito».

«Credo che ogni diffidenza verso questa società sia definitivamente superata - la chiosa -, hanno capito quello che stiamo facendo e abbiamo fatto per riuscire a vincere. Quindi forza, concentriamoci tutti insieme che ce la possiamo ancora fare, anche se non dipende solo da noi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA