«Forza e determinazione  per lottare per la salvezza»
Cesare Pancotto si dichiara ancora molto fiducioso per la salvezza

«Forza e determinazione

per lottare per la salvezza»

Le parole di Cesare Pancotto: «Tutta la squadra ha fatto bene, non solo Gaines e Smith».

La differenza dei valori non è stata sovvertita, nonostante i tentativi dell’Acqua S.Bernardo di rientrare fino alla fine. L’ottimo secondo tempo disputato dai biancoblù non è bastato per ribaltare il pronostico contro una Dinamo Sassari che, con il successo di ieri, si è attestata al terzo posto in classifica.

Cantù resta penultima, a +2 su Varese anche se l’Openjobmetis ha due gare da recuperare, compresa quella di ieri contro Brindisi, rinviata causa Covid per il focolaio dei lombardi.

E però Cesare Pancotto non riesce a essere completamente deluso per la prestazione di Cantù: «Innanzitutto vanno fatti i complimenti a Sassari - ha esordito l’esperto allenatore, al quale Pozzecco, per ospitalità, ha lasciato il tavolo conferenza interrompendo la sua - perché sono riusciti a disputare la partita che volevano, noi abbiamo cercato di ridurre i gap con loro e penso che ci siamo anche riusciti in parte. L’aspetto positivo è che abbiamo recuperato 14 punti negli ultimi due quarti, dando un senso a una partita che sembrava finita all’intervallo lungo. Questo aspetto mi lascia molto fiducioso, perché vuol dire che abbiamo la capacità di farlo e quindi significa che possiamo farlo, anche contro una grande squadra qual è Sassari. È vero che la Dinamo ha avuto alti e bassi, ma nei momenti topici ha trovato un Bendzius straordinario».

Prova top di Gaines, l’ultimo arrivato, e dell’ex Smith che hanno trascinato Cantù a una partita di buon livello, difficile sin dall’avvio: «Noi stiamo crescendo come gruppo – ha detto Pancotto con quel filo di voce che gli era rimasto - sappiamo quale deve essere il nostro ruolo nel campionato che non può essere quello della Dianmo. Abbiamo la forza e la determinazione di lottare per non retrocedere, lo si è visto anche a Sassari. Tutta la squadra ha fatto bene, non solo Gaines e Smith, ma anche Bayehe e Procida hanno fatto cose egregie: non si recuperano tanti punti a Sassari solo con i singoli. Torniamo a casa con una sconfitta, ma con la consapevolezza di poter migliorare».

Infine, un giudizio sul campionato: «Il Covid sta condizionando tutti, i valori però sono sempre gli stessi che si pensavano all’inizio, vedi Sassari. Io penso che sia il campionato dell’opportunità, l’adattamento alle situazioni può cambiare anche l’esito delle partite. Sono convinto che possiamo lavorare come stiamo facendo per restare in serie A».


© RIPRODUZIONE RISERVATA