Gandola, bei punti mondiali Cresce bene Bassi nella 125
Lorenzo Gandola, pilota di Bellagio

Gandola, bei punti mondiali
Cresce bene Bassi nella 125

Il Moto Club Lazzate ha organizzato la prova di casa

Una giornata brillante per l’Italia nella chiusura del campionato del mondo di Trial a Lazzate, prova organizzata dallo stesso club motociclistico. Una gara che ha fatto ricredere tutti quelli che avevano dubbi sul valore di questa prova: qualcuno aveva ipotizzato che quella organizzata dal Mc Lazzate sarebbe stata una gara mediocre.

Invece il grande lavoro messo in campo anche dal Rezia trial ha davvero chiuso la bocca a tutti. Dall’ultimo doppio round del Gran Premio d’Italia con il supporto della Regione Lombardia chiudiamo con un mondiale vinto da un italiano, il valsassinese Matteo Grattarola (Beta), che vincendo la prima giornata si assicura il titolo nella Trial 2. Poi, nella seconda giornata il Poliziotto si accontenta di un terzo posto.

Al via della sfida italiana anche tre comaschi: Lorenzo Gandola e Manuel Copetti nella Trial 2 e Cristian Bassi nella 125.

Senza nulla togliere ai due piloti maggiori forse la più bella soddisfazione è arrivata proprio da Bassi che davvero essendo al debutto è volato alto entrando in zona punti in entrambe le giornate.

Se il 14° posto del primo giorno sembrava fantastico il giorno seguente Bassi Jr., che guarda caso corre proprio con i colori del club organizzatore, addirittura chiude decimo regalandosi una bella soddisfazione, anche perché il pilota Beta è leader del tricolore e questo confronto con i pari età del mondiale è in una verifica per il futuro.

Nella categoria Trial 2 una prima giornata sfortunata per Gandola, che si vede appioppare proprio dai giudici italiani due “cinque” di cui uno quasi inesistente, e questo fa perdere concentrazione al pilota di Bellagio che chiude 9°, ma senza quei due punteggi con tanti interrogativi sarebbe stato a podio o ai piedi dei tre gradini più importanti.

Nella seconda giornata il pilota della Vertigo fa una gara senza distrazioni, sugli imponenti sassi del Battu chiudendo con il 7° posto finale, che non è affatto male.

E passiamo a Manuel Copetti, che è decisamente più incisivo nella prima giornata. Una radice lo colpisce al polso e dopo aver concluso la gara 17° poco lontano dalla zona punti il pilota della Trrs va a farsi medicare.

Il secondo giorno, forse anche per questo problema, Copetti pasticcia un po’ e al termine dei conteggi degli errori il pilota del Mc Lazzate si trova nella classifica di giornata Trial 2 al 22° posto. Oltre a Grattarola i titoli mondiali vanno agli spagnoli Toni Bou (14 mondiale) e al giovane Pau Martinez nella 125.

Da tutti i complimenti per gli organizzatori: e del resto ora il moto club Lazzate è maggiorenne, visto che questo era il suo 18° mondiale...


© RIPRODUZIONE RISERVATA