Gelpi Superwoman  che bella doppietta
Paola Gelpi impegnata in una corsa salita

Gelpi Superwoman

che bella doppietta

Nel pomeriggio di sabato ha vinto la Barabina Run; domenica mattina si è imposta nella Sei comuni Presolana trail.

Nel pomeriggio di sabato la Barabina Run di Valmadrera; domenica mattina la Sei comuni Presolana trail. Già essere al via in due gare di montagna, in meno di 24 ore, è un’impresa; vincerle entrambe è da “superwoman”. C’è riuscita Paola Gelpi, atleta di Lezzeno che da alcuni anni brilla quando la strada sale.

«Sono stati risultati inaspettati, in quanto sono state decisioni davvero dell’ultimo minuto e non sono gare esattamente nelle mie corde -spiega la comasca (26 anni) -. Sono molto nervose, veloci e davvero da correre forte. Un mondo diverso da quello delle skyrace e skymarathon a cui sono solita partecipare». Solo 8,5 i chilometri della Barabina run (con 800 metri di dislivello positivo); 24 quelli della Sei comuni. Per un totale di 32 km che poi non sono così pochi. Gelpi si è imposta in entrambe in maniera netta, staccando tutte le avversarie. Nella gara di Valmadrera (competizione pensata per sostenere Cascina Don Guanella e la sua opera in aiuto dei giovani) ha chiuso con il tempo di 1.05’54” precedendo Francesca Rusconi (1.06’13”) ed Irene Mantica (1.09’31”). Nella kermesse bergamasca, che ha toccato i comuni di Fino, Rovetta, Songavazzo, Cerete, Onore e Castione, la lezzenese è piombata sul traguardo in 1.56’15”, unica donna capace di restare sotto il muro delle due ore. E ha battuto la vincitrice dell’anno scorso Maria Eugenia Rossi (2.05’51”).


© RIPRODUZIONE RISERVATA