Gentile, maledetta rimessa
«Siamo stati fortunati»

Il play dell’Acqua Vitasnella racconta l’azione decisiva: «È andata come tutti avete visto. Purtroppo le prime due opzioni non sono andate a buon fine»

Gentile, maledetta rimessa «Siamo stati fortunati»

Della gara di Stefano Gentile a Pistoia purtroppo in tanti si ricorderanno soltanto della sanguinosa rimessa tramutatasi in palla persa nell’overtime.

Quando perdi una sfida “da dentro o fuori” per i play off come ha fatto l’Acqua Vitasnella, è inevitabile guardare al bicchiere come mezzo vuoto. Non si guarda alla buona prestazione di Gentile, fatta di 14 punti e 7 rimbalzi. Rimessa e palla persa.

Le parole di Gentile non nascondo l’amarezza per un errore commesso da Cantù nel momento di maggiore pressione. «La rimessa è andata come tutti avete visto - analizza Gentile -. Purtroppo le prime due opzioni non sono andate a buon fine. In una situazione di emergenza poi allo scadere dei 5 secondi siamo stati anche sfortunati».

Peccato per lui e peccato per Cantù, a un passo da un’impresa che avrebbe reso più accessibile la strada verso il raggiungimento dei playoff.

«Abbiamo fatto tutto quello che serviva per vincere la partita, ma anche per perderla - commenta Stefano Gentile -. Per 35 minuti probabilmente Pistoia ha meritato il successo, visto che di fatto è sempre rimasta avanti nel punteggio. Negli ultimi 5 minuti però siamo stati bravi a riacciuffarli, grazie anche alla zona, e per poco non ci riusciva il colpaccio. La verità è che non abbiamo capitalizzato una grande occasione come ci era successi a Brindisi 8 giorni prima».

È sincero Stefano. Questo campionato per Cantù rischia di essere ricordato come quello delle occasioni mancate. A Brindisi ed a Pistoia due sconfitte pesantissime in volate maledette. Gentile comunque prova a guardare avanti con positività.

L’Acqua Vitasnella deve ancora giocare sette partite. Il margine di errore diventa sempre più basso se si vuole fare i playoff: «Ora è chiaro che il cammino verso i playoff diventa più in salita perché le partite sono sempre meno - prosegue . Dobbiamo provare a vincerne 5 e sperare pure in qualche risultato per noi favorevole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA