“Giornata dell’orgoglio biancoblù”  Beffa Cantù: è costretta a rinviarla
Parte della curva Eagles al PalaBancoDesio: anche i tifosi sono spiazzati dai continui cambiamenti

“Giornata dell’orgoglio biancoblù”

Beffa Cantù: è costretta a rinviarla

Le porte chiuse di domenica in casa contro Cremona impongono di rimandarla. L’evento non si terrebbe neppure se si giocasse lunedì a porte aperte (la decisione venerdì).

Pallacanestro Cantù e Vanoli Cremona avevano trovato l’accordo per spostare a mercoledì 18 marzo la sfida in calendario domenica al PalaBancoDesio.

Un accordo, quello tra i due club, che avrebbe consentito di scollinare indenni il prossimo fine settimana che sarà all’insegna delle porte chiuse. Ma questa intesa non avrebbe riscontrato il consenso di alcuni altri club con la motivazione che lo “spezzatino” avrebbe in qualche modo inficiato la regolarità del campionato.

A questo punto, S.Bernardo-Cinelandia e Vanoli hanno dovuto abbandonare i propri propositi, adeguandosi. Indi per cui, in attesa che la Lega si pronunci in maniera netta - due le opzioni che restano per la disputa di questa sfida: 1) domenica alle 18 a porte chiuse; 2) lunedì alle 20.30, a porte aperte solo qualora nel frattempo il prossimo decreto del presidente del Consiglio ponga fine alle restrizioni attualmente vigenti.

In quest’ultimo caso, qualora appunto vi fossero entro venerdì mattina novità rilevanti che consentirebbero di “aprire” la partita al pubblico, soltanto per rispetto nei confronti dei propri abbonati, la Pallacanestro Cantù - con il placet già espresso dalla Vanoli - acconsentirebbe a che si giochi lunedì. Un’ipotesi, peraltro, non particolarmente gradita alla società brianzola poiché già all’indomani dovrebbe recarsi a Roma dove mercoledì è in calendario il turno infrasettimanale contro la Virtus.

Da tener presente che anche nell’eventualità con Cremona si giocasse lunedì, la “Giornata dell’orgoglio biancoblù” - un pomeriggio di festa ideato per andare ben oltre la semplice disputa della partita, con il corredo, infatti, di molteplici attività collaterali - indetta appunto per quest’occasione, non si terrebbe. Già sin d’ora il club biancoblù fa sapere che verrebbe rinviata al prossimo incontro interno, che come si accennava sarà quello del 15 marzo contro Pistoia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA