Gli arbitri comaschi in buona salute

«Mancano i big, ma la base è solida»

Il responsabile del Cia di Como, Luca Raineri: «Quest’anno il nostro gruppo ha superato le 120 unità».

Non ci sono più le punte di diamante del passato, che arbitravano fino alla serie A, ma il Gruppo Arbitri Provinciale di basket di Como, da due anni intitolato alla memoria di Mario Tosetti, gode comunque di buona salute grazie alle tante nuove leve.

«Quest’anno il nostro gruppo ha superato le 120 unità, di cui oltre 90 arbitri e 30 ufficiali di campo - afferma il responsabile del Cia di Como, Luca Raineri -. I due arbitri più in alto sono in serie B e si tratta di Jacopo Spinelli e Matteo Colombo. Tra gli ufficiali di campo sei sono a livello nazionale: Thea Morello, Stefano Colombo, Alberto Pera, Emilia Tessarollo, Stefania Tessarollo e Federica Cattaneo».

La Fip regionale ha abilitato per la prossima stagione 29 arbitri del Comitato di Como, dei quali sei neopromossi (indicati con *) e appunto tre donne, Sono 14 per C Gold maschile, C Silver maschile e B femminile: Francesco Cassina, Valerio Castoldi, Simone Colombani, Lorenzo Colucci, Nicola Dragoi, Stefano Maccagni, Giuliano Molteni, Andrea Molteni, Andrea Musmeci, Stefano Nespoli, Emanuele Penone, Alessandro Robbiani, Simone Salvo, Dario Spena.

Inoltre 12 per D maschile e C femminile: Marco Brandanini, Elisa Ciceri*, Gaia Colombo*, Enrico Del Corno, Matteo Federico*, Marco Gazzè, Francesco Mandelli, Sara Pelanconi, Fabio Poletti, Emanuele Rigamonti, Federico Rigamonti*, Giacomo Stampa.

Infine tre per Under 15 d’Eccellenza e C femminile: Andrea Bernardi*, Andrea Godino*, Jia Hao Zhang.


© RIPRODUZIONE RISERVATA