Grandate, la casa del triathlon Un college per tre promesse
Il momento della presentazione

Grandate, la casa del triathlon
Un college per tre promesse

Federazione, Cus Insubria e DDS Settimo Milanese condividono nel Comasco un progetto di eccellenza

La scorsa settimana ha conquistato il titolo di campionessa italiana assoluta di Triathlon olimpico ed è la quarta nella ranking nazionale, in corsa per un posto (sono tre) alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Ilaria Zane, classe 1992, è una delle tre “borsiste” (gli altri sono Beatrice Taverna e Tommaso Botta) del primo college universitario dedicato alla “triplice specialità”.

La novità assoluta è griffata Como, in quanto il progetto, reso possibile grazie alla sinergia tra la Federazione Italiana Triathlon, il Cus Insubria e la società DDS di Settimo Milanese, guidata dal direttore tecnico Simone Diamantini, ha sede a Grandate nella palestra del Cus Insubria del centro sportivo San Pos.

La presentazione ufficiale è avvenuta nel centro sportivo grandatese, assieme all’accordo di collaborazione con l’Us Albatese, alla presenza del presidente del Cus Insubria, Eugenio Meschi, del vice presidente Simone Gatto, referente universitario per Como e di Fabrizio Anselmo, coordinatore tecnico Cus Insubria Como/Varese.

L’ammissione al college prevede che i tre triathleti si presenteranno in gara con la casacca del Cus Insubria e che siano regolarmente iscritti ai corsi universitari (Zane frequenta la facoltà di Lingue al campus di Como; Taverna Scienze della Comunicazione e Botta Scienze Motorie).

La selezione è avvenuta sulla base dei risultati conseguiti nei campionati italiani assoluti e giovanili e in manifestazioni internazionali di livello superiore. Zane, oltre al tricolore assoluto, è anche un’ottima mezzofondista: vanta infatti un 35’25” sui 10 chilometri di corsa su strada, centrato a Pavia nel 2018 con la maglia del Cus Insubria.

Taverna, legnanese di 21 anni, è atleta azzurra della Juniores, come il classe 1998 Botta. Grande la soddisfazione in casa Cus Insubria.

«Como diventa una “capitale” del triathlon - spiega Anselmo, tecnico comasco con esperienze alla Comense e nella nazionale di corsa in montagna -. A Grandate si alleneranno tre giovani campioni».n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA