Grande festa dell’atletica 2017  «Un regalo? Le nuove piste»
Premi alla carriera a Beniamino Regazzoni (a sinistra) e Gerolamo Quadranti

Grande festa dell’atletica 2017

«Un regalo? Le nuove piste»

Le premiazioni di società e atleti Como-Lecco ad Anzano del Parco

La Festa dell’Atletica Lariana è sempre un evento molto significativo. Soprattutto se, come avvenuto, a sfilare sul palco del centro polifunzionale di Anzano del Parco (gremitissimo) sono i giovani che rappresentano il futuro del nostro movimento. Fra di loro anche un bel numero di talenti che hanno impreziosito il 2017 di importanti successi.

Onori di casa fatti dall’assessore allo sport Marco Frigerio. Fra gli intervenuti Gianni Mauri (presidente Fidal Lombardia), il pluritricolore Fabrizio Schembri (uno dei “premiatori”), Gianfranco Lucchi (Consiglio regionale di presidenza), Katya Arrighi per il Coni.

«E’ stato un anno particolarmente impegnativo - ha esordito Giampaolo Riva, presidente del Comitato di Como/Lecco – ma devo dire che, dal punto di vista personale, l’impegno mi è servito a superare un momento doloroso della mia vita (la scomparsa dell’adorata moglie, ndr). Di grande aiuto anche la vostra vicinanza dimostratami».

Poi Riva ha fatto una disamina dell’attività svolta che è stata intessuta da una lunga sequenza di gare coinvolgendo non soltanto gli atleti, ma pure tecnici, dirigenti, giudici e appassionati che «in vario modo affiancano e supportano le società». In questo contesto va evidenziata anche la collaborazione con gli Uffici scolastici provinciali di Lecco e Como per le fasi dei Giochi sportivi studenteschi estivi/invernali. Nel 2018 la finale regionale su pista si disputerà il 15 maggio a Mariano Comense. Relativamente ai tecnici (sono le colonne portanti) è stato messo in risalto l’ottimo esito del corso per istruttori di base con i 42 partecipanti a superare tutti l’esame finale.

Nota dolente i centri sportivi. «Mentre per l’attività invernale – ha detto il numero uno del Comitato lariano – serve un prato e poco altro per poter proporre un cross, per la stagione estiva necessitano gli impianti. Impianti che, devo rilevare, a fatica si riescono reperire per l’annosa problematica che sono gestiti da società calcistiche, mentre quelli liberi sono piuttosto malconci. Nel 2018, grazie alle Amministrazioni comunali di Como e Rovellasca, saranno rifatte le rispettive piste. Per Rovellasca i lavori dovrebbero partire tra febbraio e marzo. Per quanto concerne il Campo Coni di Como i lavori, già avviati, per vari motivi hanno subìto uno stop in attesa della bella stagione per poter posizionare il manto. Ne consegue che l’inizio dell’attività 2018 su pista potrebbe avere dei problemi». A breve sarà convocato un incontro con le società.

Riassumiamo alcuni dati, elaborati dalla segretaria Carla Francesca Pirotta, inerenti al 2017: affiliate 64 società, 5.306 tesserati, 65 gare organizzate, 19 titoli italiani (dal settore giovanile all’assoluto), più 5 Master, nonché 55 regionali. Complessivamente sono 563 i dirigenti, tecnici, medici, giudici di gara dei quali si avverte un calo. Al riguardo uno dei premi alla carriera è stato assegnato a Gerolamo Quadranti (attivo dal 1980, ora di livello nazionale) e l’altro a Beniamino Regazzoni (storico tecnico dell’Atletica Merate fondata nel 1965).

A Davide De Maria (Atletica Centro Lario) ed Elisa Calastri (San Maurizio Erba) il primo Trofeo Parravicini (articolato in quattro prove: pista, strada, cross, montagna). Consegnate anche le maglie di campioni provinciali di prove multiple disputatesi a Busto Arsizio: Gioele Gatti (decathlon Allievi, Albatese), Greta Panzeri (eptathlon Allieve), Eleonora Villa (eptathlon donne) e Marco Leone (decathlon Junior) dell’Atletica Lecco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA